Calcio Venezia, infermeria vuota per il tecnico Inzaghi: torna Bentivoglio

Dopo il pareggio di La Spezia, utile per tenere a distanza i liguri in classifica e per allungare la striscia di risultati utili consecutivi, il Venezia FC è pronto ad accogliere al Penzo l’Avellino.

Lagunari che, come detto, stanno attraversando un ottimo momento di forma grazie alle due vittorie ottenute in casa contro Cesena e Bari e, appunto, al pareggio di sabato scorso contro lo Spezia, con i leoni che quindi sperano di poter sfruttare il fattore campo per battere l’Avellino e mettere ancora più pressione alle rivali in zona playoff.

Irpini che, invece, vengono dai due pareggi contro Cremonese e Cesena e dalla sconfitta di Foggia, con l’ultimo successo che risale a quasi un mese fa quando, grazie alle reti di Molina, Castaldo e Bidaoui, i Lupi espugnarono Brescia con il risultato di 3 a 2.

In panchina, a guidare i biancoverdi, c’è Walter Novellino, vecchia conoscenza del popolo arancioneroverde, a cui ha lasciato ottimi ricordi. Due stagioni per lui a Venezia, con la promozione in Seria A al primo anno e la storica annata seguente caratterizzata dalle giocate di Alvaro Recoba e dai gol di Filippo Maniero.

Tante le emozioni che quel Venezia FC sapeva regalare, dal tacco di Maniero nella sfida contro l’Empoli alla vittoria contro la Fiorentina di Batistuta, per una salvezza che solamente a metà stagione sembrava impossibile e che invece, grazie a una squadra spettacolare, divenne realtà.

Sabato, Novellino farà ritorno a Venezia da avversario, mettendo da parte i sentimentalismi e puntando a tornare in Campania con un buon risultato. Per farlo, il tecnico ex Palermo dovrebbe optare per un 4-4-1-1 con Castaldo e Ardemagni a contendersi l’unico posto in attacco. Un modulo, dunque, abbastanza difensivo, con lo scopo di chiudere gli spazi e mettere in difficoltà i lagunari.

Venezia FC che, invece, dopo le squalifiche ritrova Litteri e Bentivoglio, con il primo che dovrebbe scendere in campo dall’inizio e il secondo che, dopo le buone prestazioni di Stulac in cabina di regia, potrebbe partire dalla panchina. Davanti, vicino a Litteri, spazio ancora a un Geijo che si sta rivelando sempre più il vero acquisto della seconda parte di stagione, con una forma ritrovata e un feeling con i compagni che sembra essere tornato quello della passata stagione.

Dati alla mano, poi, Venezia FC e Avellino detengono due record per quanto riguarda i rigori. I Lupi, infatti, sono la squadra che più di ogni altra ha potuto beneficiare della massima punizione in questa Serie B ConTe.it (sette rigori a favore), mentre i leoni di mister Inzaghi sono l’unica compagine che ancora non ha avuto un rigore a sfavore.

Statistiche a parte, quello di sabato sarà un match fondamentale per gli arancioneroverdi che, vincendo, arriverebbero allo scontro diretto con il Parma con la possibilità di effettuare il sorpasso, avvicinandosi sempre di più alle zone alte della classifica. Ecco, allora, che battere l’Avellino diventa un passo cruciale e per farlo i ragazzi avranno bisogno di tutto l’appoggio che il Penzo sa dare, per continuare insieme a sognare.

Ultimi Articoli

Top News

La Juve cede al Barca, Dembelè-Messi gol allo Stadium

28 Ottobre 2020 0
TORINO (ITALPRESS) – Il Barcellona trova per la prima volta la vittoria in casa della Juventus. Mai vincente a Torino nei sei precedenti, la squadra blaugrana porta a casa il successo per 2-0 nella seconda giornata di Champions League. Una vittoria che lancia la squadra catalana in testa al girone in solitaria. Alla vigilia speranzosa […]

[…]

Top News

Lazio in piena emergenza pareggia 1-1 a Bruges

28 Ottobre 2020 0
BRUGES (BELGIO) (ITALPRESS) – La Lazio in completa emergenza chiude sull’1-1 contro il Bruges nella 2^ giornata del girone F di Champions League. Succede tutto nel primo tempo, i biancocelesti vanno in vantaggio con Correa ma il calcio di rigore, regalato da Patric e segnato da Vanaken, fissa il risultato sul pareggio. La Lazio è […]

[…]

Top News

Covid, Macron reintroduce lockdown con chiusura fino al 1 dicembre

28 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Nel giorno in cui la Francia sfiora i 70 mila contagi in 24 ore, il presidente Emmanuel Macron si presenta in tv all’ora di cena e annuncia il lockdown a partire da venerdì. “Siamo sopraffati dall’accelerazione dell’epidemia” ammette.“I nostri ospedali saranno pieni, se non diamo un colpo mortale oggi i medici dovranno […]

[…]