Avellino, ecco dove manca l’acqua: la giustificazione dell’Alto Calore

Quattro ore e mezzo dopo il guasto e il disorientamento della popolazione del capoluogo per la mancanza della fornitura di acqua, l’Alto Calore ha finalmente diramato un comunicato ufficiale per spiegare quanto già ampiamente diffuso da Irpinia Oggi e da altri organi di informazione nonchè dai Vigili del Fuoco.

(LEGGI QUI)

Il comunicato delle 11,27

Si comunica che nella mattinata del 26.3 si è verificata la rottura di
un’importante condotta idrica che alimenta le zone basse del Comune capoluogo.

Le squadre di pronto intervento manutentivo sono immediatamente intervenute e i lavori di ripristino sono già in corso.

Preme sottolineare che il personale di Alto Calore Servizi S.p.A., pur nel momento di grave emergenza sanitaria che vive il Paese, continua a svolgere il proprio lavoro con la disponibilità, la dedizione e l’impegno di sempre, nonostante le condizioni di oggettivo rischio e difficoltà.

Occorre, altresì, sottolineare che, malgrado il guasto sia di vaste proporzioni, la capacità dei tecnici di questa Società ha consentito la rapida individuazione di soluzioni alternative che stanno riducendo i disservizi per la popolazione.

Ciò a ulteriore riprova tanto della qualità degli operatori di Alto Calore Servizi S.p.A. quanto dell’attenzione che questa Azienda pone nei confronti dell’utenza. Tanto chiarito, fino all’ultimazione dell’intervento, potrebbero,in ogni caso, esserci disfunzioni nell’erogazione idrica, la cui normalizzazione è prevista per la tarda serata, lungo le arterie stradali di seguito indicate:

  • CORSO EUROPA e traverse
  • CORSO VITTORIO EMANUELE e traverse
  • PIAZZA LIBERTA’ e traverse
  • VIA CAVOUR e traverse
  • VIA CIRCUMVALLAZIONE e traverse
  • VIA TAGLIAMENTO e traverse
  • VIA DE CONCILIIS e traverse
  • VIA COLOMBO e traverse
  • VIA ROMA e traverse
  • VIA PESCATORI e traverse
  • VIA CARDUCCI e traverse

Fin qui il comunicato: ci risulta che circa mezz’ora fa, intorno alle 11, siano iniziate le operazioni di scavo per risolvere il guasto.

Per quanto riguarda il momento di grave emergenza, il presidente dell’Alto Calore (che ha firmato il comunicato) sa bene che l’Alto Calore fa parte di quei pochissimi enti ed uffici in attività in questo momento difficile per il Paese e per la cittadinanza di Avellino.

Niente di eccezionale, dunque, è un’attività normale, come quella di riparare i guasti.

Pure riconoscendo l’abnegazione per quanto i dipendenti stanno facendo, un minimo di comunicazione e informazione agli utenti sarebbe molto gradito e utile.

3

Nessuna risposta, invece, da parte del centralino dell’Alto Calore rispetto alle numerose richieste di informazioni degli utenti che sono stati costretti a chiamare il 112 attraverso cui hanno potuto ricevere un minimo di indicazioni.

(LEGGI QUI)

L’unica informazione da noi ricevuta al riguardo è stata quella dell’ing. Oreste Montano, esperto in materia per essere stato alto dirigente dell’Alto Calore. Con suo post sulla pagina Facebook di Irpinia Oggi ha spiegato:

Come si dice? Quando la classe non è acqua.

E complimenti per gli st… rispetto ai quali il pure esperto Montano ha sbagliato previsione: il suo post delle 9,27 è stato smentito dai fatti perchè l’acqua non è ancora tornata. Nel comunicato si parla di “ripristino della fornitura nella tarda serata”.

Non è consigliabile utilizzare l’acqua prima della comunicazione ufficiale di potabilità da parte dell’Alto Calore.

In questo momento ecco come si presenta l’acqua raccolta in una bottiglia

Ultimi Articoli