Manifestazione d’interesse per assumere personale sanitario: l’idea dell’Asl rischia di essere un flop

Rischia di essere un flop la manifestazione di interesse indetta dalla Asl di Avellino per ricercare personale sanitario da inserire nelle terapie intensive degli ospedali Frangipane di Ariano Irpino e Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi.

Sono circa 500 le persone che hanno presentato domanda entro il 19 marzo, quasi tutti precari e consapevoli delle condizioni lavorative presenti nel bando: 36 ore settimanali e 30 euro lordi all’ora per infermieri e tecnici sanitari di laboratorio biomedico; 36 ore settimanali e 20 euro lordi l’ora per gli operatori socio sanitari.

Ogni candidato deve essere un lavorato autonomo (partita IVA). L’incarico dura tre mesi e in caso di recesso prima della scadenza viene applicata una sanzione pecuniaria pari a 4 settimane di lavoro, come da delibera.

Una volta pervenute le domande, la Asl – via mail – ha iniziato a convocare in sede i diretti interessati, modificando in parte la proposta di lavoro rispetto a quanto presente nel bando: la retribuzione oraria è passata dai 30 euro lordi l’ora per infermieri e tecnici di laboratorio ai 15 euro lordi l’ora.

La modifica a sorpresa pare abbia provocato il dietrofront di parecchi candidati, tanto che, secondo quanto pervenuto alla nostra redazione, dei venti selezionati convocati oggi in sede nessuno di questi ha accettato l’incarico.

Ed è sicuramente una brutta notizia, alla luce della necessità di trovare quanto prima personale da aggiungere agli organici già ridotti all’osso da tagli e crisi; una brutta figura per chi lavora in prima linea in piena emergenza.

Ultimi Articoli