Covid, nelle Rsa primi effetti del vaccino, giù incidenza e decessi

ROMA (ITALPRESS) – Nelle strutture residenziali si iniziano a vedere i primi effetti delle vaccinazioni anti Covid-19, con un calo sia dell’incidenza della malattia fra i residenti e gli operatori, sia nel numero di residenti isolati, sia, anche se in misura ancora minore, nei decessi. Lo dimostra la seconda edizione del report di sorveglianza sulle strutture realizzato dall’Iss in collaborazione con il Ministero della Salute, il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale e l’ARS Toscana.
Sono 833 le strutture residenziali RSA che hanno partecipato alla sorveglianza, per un totale di 30.617 posti letto disponibili dal 5 ottobre 2020 al 14 marzo 2021. Di queste, 345 erano strutture residenziali per anziani non autosufficienti, per un totale di 15.398 posti letto.
L’incidenza settimanale di COVID-19 nelle strutture residenziali è aumentata marcatamente nei mesi di ottobre e novembre, in corrispondenza della seconda ondata epidemica, e nel mese di novembre 2020 ha raggiunto un picco del 3,2% nelle strutture residenziali per anziani e del 3,1% in tutte le strutture residenziali, in linea con quanto osservato nella popolazione generale. L’incidenza si riduce invece dopo l’inizio della campagna vaccinale: nell’ultima settimana di febbraio e nelle prime settimane di marzo si raggiungono valori sovrapponibili o inferiori a quelli registrati nella prima settimana di ottobre (0,6% nelle strutture residenziali per anziani e del 0,5% in tutte le strutture residenziali nella settimana dall’8 marzo al 14 marzo 2021). Questo dato è in controtendenza rispetto all’andamento dell’epidemia nella popolazione generale che ha mostrato una recrudescenza nelle ultime settimane di febbraio e inizio marzo.
I decessi appaiono aumentare nel mese di ottobre 2020, sino a raggiungere un picco nella settimana dal 9 al 15 novembre, con circa l’1,3% dei residenti di strutture per anziani non autosufficienti e lo 0,9% per tutte le strutture. Un picco equivalente si registra nella prima settimana di gennaio. Un calo nel numero di decessi complessivi si osserva tra la fine di gennaio e marzo 2021, fino a raggiungere lo 0,6% dei residenti di strutture per anziani non autosufficienti e lo 0,4% per tutte le strutture nella settimana dall’15 al 21 febbraio 2021.
Nell’ultima settimana di monitoraggio, dall’8 al 14 marzo, la percentuale di decessi è stata dello 0,8% dei residenti di strutture per anziani non autosufficienti e lo 0,5% per tutte le strutture.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Vaccini, Gelmini alle Regioni “Proseguire la decisa accelerazione”

11 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Si è svolto un incontro Governo-Regioni sulla campagna vaccinale. Presenti i ministri della Salute Roberto Speranza e degli Affari Regionali Mariastella Gelmini, il commissario all’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio.“In questi mesi e in queste settimane, in un clima di grande collaborazione, abbiamo impresso una […]

[…]

Top News

Covid, 6.946 nuovi casi e 251 decessi in 24 ore

11 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Crescono anche se di poco i casi di coronavirus in Italia. Secondo il consueto bollettino del Ministero della Salute, i nuovi positivi sono 6.946 contro i 5.080 di ieri a fronte di un numero significativamente maggiore di tamponi processati, 286.428, un dato che fa scendere il tasso di positività al 2,42%. I […]

[…]

Top News

M5S, Di Maio “Avanti con Conte, nessuno fermerà il suo arrivo”

11 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Andiamo avanti con Giuseppe Conte, nessuno fermerà il suo arrivo. Il MoVimento 5 Stelle è una grande comunità e dobbiamo dare il massimo per gli italiani. E’ la nostra missione e non ci fermeremo per nessun motivo al mondo. Senza polemiche, dobbiamo essere concreti e pensare solo al bene dei cittadini”. Lo […]

[…]

Top News

Migranti, Lamorgese “Servono concreti meccanismi di solidarietà Ue”

11 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha partecipato, in collegamento dal Viminale, alla Conferenza sulla gestione dei flussi migratori di Lisbona organizzata dalla Presidenza di turno portoghese del Consiglio dell’Unione europea, con la partecipazione dei rappresentanti dei Paesi africani. La titolare del Viminale, nel partire dall’analisi dei dati e dalle previsioni sui futuri […]

[…]