Mal’aria ad Avellino, peggiore città del sud per gli sforamenti di PM10

Che triste primato: Avellino è la  peggiore città del centro sud per numero di sforamenti  di PM 10 (ben 78) seguita da Frosinone (77). 

C’è davvero una brutta aria nel capoluogo irpino, uno dei peggiore in Italia, secondo il rapporto annuale di Legambiente denominato “Mal’aria”, che fornisce un quadro esatto della qualità dell’aria nei capoluoghi di provincia nel 2020.

Nella classifica delle città fuorilegge, quelle che nanno superato i limiti giornalieri delle polveri sottili (Pm10), Avellino è al settimo posto.

Rispetto ai 96 capoluoghi di provincia, ce ne sono 35 che hanno il limite previsto per le polveri sottili (Pm10), ossia la soglia dei 35 giorni nell’anno solare con una media giornaliera superiore ai 50 microgrammi/metro cubo.

Al primo posto c’è Torino con 98 giorni di sforamenti seguito da Venezia con 88, terzo posto per Padova (84), Rovigo (83), Treviso (80), mentre Milano è al sesto posto nella classifica della peggiore aria respirata (79 giorni) e al settimo ecco Avellino con 78.

Dati allarmanti

Preoccupanti anche i dati relativi ai parametri indicati dall’OMS, che hanno come target esclusivamente la salute delle persone.

A guidare la classifica della peggiore aria respirata è ancora Torino con 35 microgrammi/mc come media annuale, seguita da Milano, Padova e Rovigo (34µg/mc), Venezia e Treviso (33 µg/mc), Cremona, Lodi, Vicenza, Modena e Verona (32 µg/mc).

Tutte città del nord, insomma, dove è risaputo che l’aria non è delle migliori.

Peggiore del centro-sud

Ebbene, dopo tutte queste, ecco Avellino (31µg/mc), la peggiore città dalla Toscana in giù, seguita da Frosinone (30 µg/mc), Terni (29 µg/mc), Napoli (28 µg/mc), Roma (26 µg/mc), Genova e Ancona (24 µg/mc), Bari (23 µg/mc), Catania (23 µg/mc).

C’è poco da stare allegri, altro che cittadina circondata da monti e colline, dall’aria salubre da respirare a pieni polmoni.

C’è da riflettere innanzitutto e poi intervenire, senza perdere tempo né raccontare frottole.

Di mal’aria si muore.

Ultimi Articoli

Top News

Nel bolognese nuovo Centro per Eccellenza Industriale Philip Morris

26 Ottobre 2021 0
BOLOGNA (ITALPRESS) – La fabbrica del futuro nasce a Bologna ed è targata Philip Morris. Taglio del nastro questa mattina per il nuovo Centro per l’Eccellenza Industriale, il più grande al mondo di PMI per industrializzazione, innovazione di processo, ingegnerizzazione e sostenibilità, nello stabilimento di Crespellano nel Bolognese. “La fabbrica del futuro – ha spiegato […]

[…]

Top News

Pensioni, Letta “Sbagliato il sistema delle quote”

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Quando parliamo di pensioni parliamo di persone, dobbiamo evitare lo scalone, ma intervenendo sulla questione delle donne e dei lavori usuranti. Per fare questo il sistema delle quote non è adeguato. Non siamo tutti uguali”. Lo ha detto il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, alla Direzione nazionale.“Quota 100 affronta un problema […]

[…]

Cronaca in Irpinia

Covid, una vittima in Irpinia: è un 51enne

26 Ottobre 2021 0

È deceduto questa mattina, in una stanza di isolamento dell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, un paziente di 51 anni di nazionalità rumena residente a Lauro (Av). L’uomo […]

Top News

Allegri “Col Sassuolo partita non da giocare ma da vincere”

26 Ottobre 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – “E’ una partita importante, altrimenti il punto di Milano non avrebbe senso. Ci sono partite che bisogna giocare, come quella con l’Inter, e partite da vincere. Domani è una partita da vincere e dobbiamo essere pronti”. Massimiliano Allegri non ci gira troppo intorno alla vigilia della sfida col Sassuolo all’Allianz Stadium. “I […]

[…]