Tutte le meraviglie che (forse) non conoscevi del Mediterraneo

Il Mediterraneo è un mare storico, anzi, secolare. Nel corso dei millenni è stato navigato da civiltà e popoli diversi, che ricordiamo sui libri di storia. Ancora oggi il Mediterraneo bagna i Paesi centrali dell’Europa ed è il punto di connessione tra gli stati che lo circondano e attraverso il quale si raggiungono le più belle coste vicine, a volte visibili a occhio nudo dalle spiagge italiane. Se prenoti e viaggi nel mediterraneo avrai l’opportunità di visitare un mare denso di storia, che cela angoli paradisiaci, spiagge mozzafiato e tante culture a confronto. Una crociera nel mediterraneo potrebbe rivelarsi un’esperienza unica, visitando posti bellissimi con un viaggio all’insegna del divertimento e del relax, grazie alle navi da crociera italiane che sono dei veri e propri hotel di eccellenza, garantendo confort e divertimento per tutta la famiglia.

Il Mediterraneo in passato si prosciugò completamente

Tra le varie storie del Mediterraneo ce n’è una che non tutti conoscono. Ci riferiamo a quanto accadde cinque milioni di anni fa quando il mare si prosciugò completamente, diventando poco più di una pozzanghera. Quindi il Mediterraneo non è sempre stato un mare perché a causa di una frana dello stretto di Gibilterra esso si asciugo completamente, rimanendo così per molti anni. Si stima che il Mediterraneo rimase secco per mezzo milione di anni, finché l’erosione delle acque dell’Oceano Atlantico consumarono la frana sullo stretto e consentirono al Mediterraneo di ricominciare a riempirsi d’acqua.

Un’altra curiosità sul Mare Nostrum riguarda la progressiva tropicalizzazione delle sue acque e, di conseguenza, anche delle specie che ci vivono. Alcune specie marine oceaniche, infatti, hanno dato vita a varietà mediterranee come il caso del barracuda mediterraneo. Questo è dovuto dal livello che scende gradualmente, fino ad un metro e mezzo all’anno, e all’azzeramento di escursione termica della temperatura dell’acqua tra giorno e notte.

Tarifa

Ci vorrà molto tempo prima che il Mediterraneo possa prosciugarsi di nuovo ma, nell’eventualità che questo si verifichi conviene prendere subito carta e penna e segnare i nostri consigli delle mete più belle e meno gettonate sparpagliate proprio sulle sue coste. La prima meta della nostra lista è Tarifa, la punta sud della Spagna. Tarifa si trova a soli 13 chilometri dall’Africa ed è il posto ideale per il surf. Sempre in Spagna vale la pena visitare una delle città più antiche in Europa: Cadice. Questa fu fondata dai Fenici tremila anni fa ed è un mixi di fortificazioni e mura antiche che si affacciano sul mare.

Dubrovnik

In un viaggio alla scoperta del Mediterraneo non può certo mancare la Croazia, o meglio Dubrovnik. Si tratta di una città fortificata affacciata sul mare che pur essendo molto famosa non è tra le mete più turistiche del Paese. Qui degusterai ottimi vini tipici locali, potrai fare escursioni in barca e in kayak oppure fare un bagno nelle acque pulitissime del mare. Dubrovnik ospita anche un festival internazionale molto famoso in cui artisti teatrali e danzatori riempiono di festa e di gioia la città.

Le Eolie

Infine una menzione speciale va alle Eolie, il gruppo di Isole vulcaniche del Tirreno a nord della Sicilia. Queste isole sono affollatissime in alta stagione ma vale davvero la pena visitarle tutte per scoprire le bellezze naturalistiche create dai vulcani e per ammirare il paesaggio verdeggiante che offre anche numerosissimi siti archeologici mantenuti discretamente. A Stromboli potrai anche visitare in barca il vulcano attivo e, di notte, ammirare le lucenti fiammeggiate che illuminano la cima.

Ultimi Articoli