Carcere di Avellino: detenuto manda tre guardie carcerarie in Ospedale

Carcere di Avellino

Nuova aggressione nei confronti del Personale di Polizia Penitenziaria. Tre agenti sono finiti in ospedale, per ferite e contusioni riportate duranto lo svolgimento del loro servizio.

A renderlo noto è Daniele Giacomaniello, della UIL Pa Polizia Penitenziaria, il quale racconta “mi sono voluto sincerare personalmente delle condizioni di salute dei tre poliziotti coinvolti, i quali hanno dovuto fare ricorso alle cure del Pronto Soccorso dell’Ospedale cittadino; ai tre colleghi va tutta la solidarietà a nome mio e di tutta l’organizzazione sindacale che rappresento”.

Com’è possibile che in un luogo come il carcere, un detenuto possa prendere il sopravvento sulle guardie carcerarie?

Giacomaniello spiega: “Il detenuto che ha aggredito i tre colleghi già una ventina di giorni fa, si era reso responsabile di fatti violenti, procurando danni questa volta, su cose e non su persone. Questi soggetti non possono minare l’intero sistema, e la soluzione non può essere, come al momento avviene, trasferirli in altri istituti della regione, destabilizzando così i vari istituti in cui vengono trasferiti.
Sarebbe auspicabile, da parte degli organi centrali (DAP e PRAP) adottare tutte quelle misure (anche trasferimenti fuori regione) per cercare di arginare le condotte violente, e che possano essere da monito per coloro che vorrebbero emulare simili comportamenti”.

SPOT