Blocco circolazione: vogliono penalizzare pure i veicoli che non inquinano

Blocco per tutti. Si, ma a giorni alterni…

E’ questa l’idea che potrebbe essere partorita in giornata e ufficializzata con l’ordinanza  in vigore da giovedì mattina, dal 2 maggio.

Quella in corso scade il 30 aprile, oggi.

Secondo indiscrezioni, il nuovo provvedimento consentirà la circolazione di tutti i veicoli ma a giorni alterni, in base all’ultimo numero della targa: pari o dispari.

Unica eccezione: potranno circolare sempre i veicoli alimentati a Gpl, a metano e gli Euro 6.

Torneranno quindi a circolare i mezzi ritenuti “inquinanti”, un giorno si e uno no. Si, quei mezzi per i quali il blocco era stato totale negli ultimi due mesi. Ora inquineranno a metà, se proprio si voleva ritenerli inquinanti.

Per bilanciare la situazione, gli esperti del Comune di Avellino stanno pensando di aggiungere ai veicoli che arrivavano fino a euro 3, il blocco a giorni alterni anche  a quelli etichettati euro 4 ed euro 5. Ovvero autoveicoli di recentissima costruzione, sicuramente non inquinanti ma a giorni alterni non potranno circolare.

Aumenta il numero degli automobilisti penalizzati, dunque, perchè in circolazione sono maggiori i veicoli di più recente costruzione (euro 4 e 5) che entrano invece nella lista nera, seppure a giorni alterni.

Maggiore lavoro per i vigili urbani che dovranno tenere d’occhio l’ultimo numero della targa, in base al giorno, dopo essere stati così bene allenati a individuare le autovetture vetuste da fermare.

Si viene pure a sapere che altre soluzioni per ridurre l’inquinamento è lo spostamento dello stazionamento di 15 autobus da una parte all’altra della città:ovvero andranno ad inquinare altrove ma sempre nelperimetro cittadino.

E poi il divieto di bruciare i residui vegetali, accendere stufe a pellet e caminetti con certificazione di qualità inferiore alle 3 stelle. Cose, queste, che nessuno controlla. E quindi a essere penalizzati, come sempre, restano gli automobilisti.

L’ordinanza non èstata ancora emessa, c’è ancora tempo per decidere il da farsi ma penalizzare chi ha acquistato auto “anti-inquinanti” per garantirsi la libera circolazione e poi lasciarlo a piedi, un pò di rabbia sicuramente provocherà in tali cittadini che, di questi tempi, sono soprattutto elettori.

 

Ultimi Articoli

Top News

Afghanistan, Gentiloni “Epilogo disastroso interroga anche l’Ue”

3 Settembre 2021 0
BOLOGNA (ITALPRESS) – “Le immagini di questo fallimento ci rimarranno attaccate addosso come Occidente. Quella conclusione segnerà uno spartiacque nel prestigio dell’Occidente e questo interroga anche l’Unione europea”. Lo dice il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, intervistato da Massimo Giannini alla Festa nazionale dell’Unità di Bologna. “Non voglio – sottolinea – che la critica anche […]

[…]

Top News

Venezia, alla Mostra del cinema è il giorno di “Dune”

3 Settembre 2021 0
VENEZIA (ITALPRESS) – La fantascienza tetragona del canadese Denis Villeneuve applicata al pianeta di sabbia che ha cambiato il volto della letteratura fantascientifica: Venezia 78 rivela finalmente al mondo la nuova faccia cinematografica della celebre saga di “Dune”, scritta a metà degli anni Sessanta dall’americano Frank Herbert. Già portato sullo schermo quasi quarant’anni fa da […]

[…]

Top News

Speranza “Non escludiamo l’obbligo vaccinale se è necessario”

3 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La linea indicata dal premier Draghi è quella giusta: il Covid è ancora un nemico insidioso e i vaccini sono lo strumento fondamentale per combatterlo. Dobbiamo agire in maniera molto forte per fare salire la percentuale di vaccinati. Per questo valutiamo sin dai prossimi giorni l’estensione del green pass e non ci […]

[…]

Top News

Covid, 6.735 nuovi casi e 58 decessi

3 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Leggero calo dei casi di coronavirus in Italia. Secondo i dati contenuti nel bollettino del ministero della Salute, i nuovi positivi sono 6.735 (in discesa rispetto ai 6.761 del 2 settembre) ma con 296.394 tamponi effettuati. Il tasso di positività resta quasi stabile al 2,27%. Calano leggermente anche i deceduti, 58 (-4). […]

[…]

Top News

Afghanistan, Di Maio “Evitare esodo di massa verso l’Europa”

3 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Dalla riunione dei ministri degli Affari esteri dell’Unione Europea di oggi è emersa una linea comune di tutti e 27 Paesi. Prima di tutto lavorare per contrastare la proliferazione del terrorismo, in particolare in Afghanistan, che non può diventare un territorio in cui prolifera il terrorismo, la base delle cellule terroristiche. Questa […]

[…]