Vino, nuove abitudini e più attenzione a sostenibilità d’impresa

ROMA (ITALPRESS) – Dalla ricerca IRI presentata nell’ambito di Wine2Wine Exibition per Vinitaly nei primi 10 mesi del 2020, si evince un incremento delle vendite di vino nella grande distribuzione pari al 6,9% a valore e del 5,3% a volume, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La crescita, influenzata anche dall’aumento delle vendite nel trimestre primaverile dovuto ai mesi del lockdown e alla chiusura di bar e ristoranti, si è trasformata in una buona prestazione per gli spumanti, i vini doc e i vini da tavola. Anche le vendite di vino online hanno registrato un’impennata pari al 122% e del 200% per i grocery di piccole dimensioni. “Il 2020 è stato un anno di cambiamenti che ha coinvolto anche il settore del vino e il relativo modo di consumare i prodotti. Si sono registrate delle crescite non costanti nel tempo dovute, appunto, all’andamento delle misure adottate in Italia e nel mondo per prevenire il contagio da Covid-19. Un’altalena di vendite che, probabilmente, riscontreremo per tutto il 2021”, spiega Andrea Sartori, presidente del Consorzio Italia del Vino. Nel 2020 i consumatori hanno testato nuove tipologie di acquisto. Tra le priorità troviamo la qualità dei prodotti, sostenibilità, piacere della degustazione e anche la convenienza. Per Sartori “in questo periodo di incertezza a livello globale, credo sia opportuno soffermarci sul concetto di sostenibilità economica, ovvero la necessità per le aziende di generare profitti nel tempo. Questo implica dei cambiamenti nelle politiche di governance dell’azienda che riguardano l’innovazione, un nuovo modo di concepire il prodotto, lo sviluppo delle relazioni con gli stakeholder. Inoltre, il progresso sostenibile è strettamente correlato alle buone pratiche adottate dalle imprese per continuare a operare il proprio business nel rispetto dell’ambiente, in un sistema sempre più globalizzato. In futuro una delle sfide più importanti delle cantine sarà quella di modernizzarsi per adattarsi alle richieste di un mercato in piena evoluzione”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

La figlia di Jovanotti vince il tumore “Voglio ricominciare a vivere”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Teresa Cherubini, la figlia di Lorenzo Jovanotti, ha sconfitto un linfoma di Hodgkin. La notizia è stata condivisa su Facebook dal padre Lorenzo: “Oggi la mia Teresa ha voluto raccontare la sua storia degli ultimi sette mesi. Ieri gli esami di fine terapia hanno detto che la malattia se n’è andata, oggi […]

[…]

Top News

Conte “Spero si eviti la crisi, lavoro a un patto di legislatura”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Ho sempre detto che il presidente del Consiglio e il Governo possono andare avanti solo con il sostegno di tutte le forze della maggioranza. Posso solo auspicare che tutti si possa lavorare in modo costruttivo, sicuramente una crisi in questo momento non sarebbe compresa dal Paese”. Lo ha detto il premier Giuseppe […]

[…]

Top News

Vino, nuove abitudini e più attenzione a sostenibilità d’impresa

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Dalla ricerca IRI presentata nell’ambito di Wine2Wine Exibition per Vinitaly nei primi 10 mesi del 2020, si evince un incremento delle vendite di vino nella grande distribuzione pari al 6,9% a valore e del 5,3% a volume, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La crescita, influenzata anche dall’aumento delle vendite nel trimestre […]

[…]

Top News

Mattarella riceve Conte “Uscire velocemente dall’incertezza”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, secondo quanto si apprende, è salito al Quirinale per riferire sulle decisioni del Consiglio dei Ministri di ieri e sullo stato dei rapporti della coalizione di maggioranza.Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sottolineato la necessità di uscire velocemente da questa condizione di incertezza, a fronte […]

[…]

Top News

Gruppo Hera, 3,2 miliardi di investimenti nel piano industriale al 2024

13 Gennaio 2021 0
BOLOGNA (ITALPRESS) – Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera ha approvato il Piano industriale al 2024. “Il nuovo documento strategico quinquennale riflette un rinnovato impegno per lo sviluppo e la crescita, alzando le attese rispetto al Piano precedente, con azioni per la transizione energetica e la tutela ambientale, l’evoluzione tecnologica e la coesione sociale”, […]

[…]