Ascoli-Avellino, storie di doppi ex: un attacco tutto brasiliano…

AVELLINO CALCIO – Come le gare contro Pisa e Cesena, anche quella contro l’Ascoli ha un sapore molto particolare. Una sfida che ricorda gare epiche in tutte le categorie professionistiche. Diversi gli allenatori che si sono seduti su entrambe le panchine, ma se dovessimo scegliere un tecnico per questo ipotetico undici, affideremmo lo scranno biancoverde ad Aldo Luigi Ammazzalorso.  L’epilogo della sua stagione alla guida dell’Avellino non è stato di sicuro tra i migliori, ma un anno come quello del 2000-2001 è difficile da dimenticare. Una squadra di semisconosciuti, raggiunse un posto negli spareggi promozione per la B.  Ma ci sono altri elementi che hanno guidato entrambe le compagini: Attilio Tesser, Nedo Sonetti, Enzo Ferrari e Franco Colomba. Una squadra schierata con il più classico dei 4-4-2.

Tra i pali dell’ipotetico undici ci potrebbe essere Fabio Brini. L’ex numero uno di Porto Sant’Elpidio ha giocato in Irpinia dall’89 al 92. 12 presenze in biancoverde.

Le due fasce potrebbero vedere come protagonisti Antonio Carannante (22 gare da giocare e 3 gol nel torneo 94-95) e Vittorio Tosto ex Under 21 e 31 gettoni e 3 reti per lui l’anno successivo. Coppia centrale molto rocciosa, composta da Italo Schiavi e Stefano Colantuono.  Una retroguardia ben assortita con elementi pericolosi anche in zona gol.

Centrali di centrocampo Fabio Pecchia, prodotto del vivaio biancoverde (33 gettoni inanellati ed un gol, prima di essere ceduto in massima serie al Napoli e Costanzo Celestini. 118 presenze e 2 reti all’attivo in quattro anni all’ombra del Partenio. A completare la mediana Michele Fini, protagonista con Ammazzalorso e Pasquale Minuti che ad Avellino ha vinto il campionato 94-95.

Attacco atomico con due brasiliani entrati nel cuore del popolo irpino: Jorge Juary e Dirceu Guimaraes. Due dei campioni stranieri più forti, ammirati dai tifosi dell’Avellino. 34 partite disputate e 12 gol per il primo, 23 volte in campo e 6 marcature per il secondo nel torneo 86-87.

 

In panchina: Giordani, Vastola, Corallo, Pascucci, Bucaro, Gazzola, Sussi, Minieri, Pecorari, Peccarisi, Cimmino, Carbone, Cudini, De Martis, Stella, Vicari, Pileggi, Della Morte, Marchegiani, Amore, Sbaffo, Bugiardini, Budiansky, Menolascina, Nardini, De Ponti, Roccotelli, Mendil, Rizzolo, Savoldi, D’Ainzara, Frati, Carlo Trevisanello, Cipriani, Zucchini, Soncin

Gli ex attuali: Walter Novellino ha giocato con l’Ascoli, così come Federico Moretti. Tra le fila dei padroni di casa Alberto Almici e Andrea Mengoni.

Sono diversi invece quelli che hanno vestito i panni da giocatore tra le fila dei marchigiani, e ricoperto altri ruoli in Irpinia: Aloisi, Incocciati, Dario Rossi e Scarafoni. Ma anche viceversa: Cozzi, Giannattasio e Chiarenza.

Ultimi Articoli