Calcio a 5, il Cus Avellino batte la Cavese e riscatta l’andata

Non è stata certo una bella partita quella vista questo pomeriggio alla tendostruttura del Coni di Avellino che ha visto l’un contro l’altro i padroni di casa del Cus Avellino C5 e i metelliani dello Sporting Cavese, ma l’importante per i lupi era ottenere i tre punti e così è stato. I bianco verdi archiviano col punteggio di 4-2 la pratica, riscattando la gara d’andata e mostrando un gioco di certo meno spumeggiante rispetto a quello mostrato martedì, nel turno infrasettimanale contro il Sant’Egido, ma comunque efficace. Proprio le fatiche dell’ultima di andata, unite alla fase di stallo del periodo natalizio, ha pesato non poco sul rendimento della compagine irpina, che, nonostante tutto, ha saputo regalare ai tifosi presenti presso l’impianto di gioco avellinese la gioia della vittoria.
Per l’occasione, mister Lamparelli ha dovuto fare a meno di Stiano, che lunedì dovrebbe sottoporsi ad accertamenti specifici per valutare l’entità dell’infortunio occorsogli proprio nel corso della gara contro il Sant’Egidio, e Cretella, alle prese con un lieve fastidio muscolare. Il tecnico irpino ha così mandato in campo Tramice a difesa dei pali, Milito centrale difensivo, Balestrieri ed Erba laterali, e Parente nel vertice alto dello schieramento. La Cavese di Della Brenda Milito ha invece esordito con Baldi in porta, Mannara, Avagliano, capitan Della Brenda Milito e Marco Bonadies.

PRIMO TEMPO – La prima azione degna di nota arriva dopo sei giri di lancette ed è firmata da Parente, il cui destro dalla lunga distanza viene deviato in angolo da Baldi. Segue poi un intervento provvidenziale di Tramice al 10’, che sventa un bolide di Bonadies. Entrambe le formazioni conducono un gioco approssimativo e decisamente confusionale, tentando di pervenire al vantaggio, ma da una parte Della Brenda Milito dall’altra Parente sono poco precisi nell’inquadrare lo specchio della porta. La svolta arriva al 20’ con Parente che sfrutta ottimamente una triangolazione Milito-Erba insaccando alle spalle di Baldi (1-0). Mister Lamparelli chiama in panca Milito per far posto a Lanzetta. Proprio la ‘Saetta’ ha sui piedi la palla del raddoppio biancoverde al 21’, su lancio di Parente, ma il tiro viene deviato in angolo dall’estremo difensore ospite. 23’, viene fischiata la sesta penalità ai lupi per fallo su Della Brenda Milito. La panchina irpina protesta perché poco prima lo stesso fallo non era stato sanzionato alla Cavese (a quota 5 penalità al pari di Avellino). Ne fa le spese mister Lamparelli, che viene allontanato dal rettangolo verde e continuerà a seguire la gara dagli spalti della tendostruttura. Il Dg Lanzetta prende il suo posto in panca e dirige le danze. Tiro libero per la Cavese, dal dischetto proprio capitan Della Brenda Milito che si fa stregare da Tramice: ‘il ‘Pirata Nero’ si fa trovare pronto e respinge la sfera. Al 24’ altra svista arbitrale: fallo da rigore netto su Parente, che non viene segnalato. La gara si incattivisce nei minuti finali, la Cavese commette il sesto fallo. Lanzetta lascia il posto a Milito, che si incarica della battuta del tiro libero. rincorsa lunga e gran destro, che Baldi non riesce a bloccare (2-0). Si chiude così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione si apre con un’insolita formazione per i lupi: Tramice in porta, Erba centrale, Lanzetta e Di Marzo (già entrato nel corso del primo tempo) laterali e Parente pivot. Passano 6 minuti e la Cavese dimezza lo svantaggio con Della Brenda Milito, che sfrutta una ripartenza, Tramice gli va incontro ma il contrasto è troppo debole e per il capitano metelliano è facile insaccare, nonostante il tentativo di Lanzetta di raggiungere la sfera (2-1). Tre minuti più tardi la beffa: i biancoblù pareggiano sempre con il capitano tutto fare che sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mette la sfera dove Tramice non può arrivare (2-2). Il Dg-Mister Lanzetta corre ai ripari, inserendo Galeotafiore al posto di Parente. È proprio il giovane pivot irpino a mettere scompiglio nella difesa biancoblù. Al 13’ il ‘Clandestino’ raccoglie palla nella sua metà campo, coast to coast, dribbla un avversario, si porta a tu per tu con Baldi e gonfia il sacco (3-2). Una bellizzima azione personale che suscita l’ammirazione dell’intera tendostruttura, con il pubblico che applaude non solo al bel gesto tecnico del pivot, ma anche la sua prima rete segnata in campionato davanti al pubblico amico. Ma non è ancora finita, Galeotafiore si erge a paladino dei lupi e al 16’ cerca ancora la rete: punizione di Milito, Baldi respinge, Galeotafiore salta di testa ma l’estremo difensore ospite si fa trovare pronto. Lanzetta allora sfodera l’artiglieria pesante, mandando in campo di nuovo Parente. È proprio il ‘Divino’ a creare l’assist vincente per Galeotafiore, che dal lato destro con un tiro a giro mette la sfera nell’angolo basso alle spalle di Baldi (4-2). Doppietta personale del giovane atleta avellinese, abbracciato dai compagni. Nei minuti finali c’è tempo per un tiro libero mandato fuori da Parente al 26’, un palo colpito da Lanzetta su un appoggio di Milito al 28’ e un altro legno stavolta di Di Marzo sempre su assist di Milito al 30’.
Insomma, Avellino porta a casa tre punti importanti per l’economia del campionato, tre punti che pesano ancora di più se si considerano i risultati provenienti dagli altri campi, i lupi ora viaggiano con 33 punti in classifica al quinto posto in solitaria. E sabato si va a Castellammare di Stabia per affrontare l’ultima della classe, il Città delle Acque.

I TABELLINI

CUS AVELLINO C5: Lepore (p), Balestrieri, Di Marzo, Lanzetta, Venezia (K), Erba (VK), Tramice (p), Galeotafiore, Parente, Esposito, Milito. All. Lamparelli.

SPORTING CAVESE: Bonadies A. (p), De Rosa, Mannara, Avagliano, Della Brenda Milito (K), Bonadies M., Di Lieto (VK), Giordano, Lamberti, Baldi (p), Ferrara. All. Della Brenda Milito.

ARBITRI: Giampiero Cafaro di Sala Consilina (primo) e Marco Rota di Salerno (secondo)
FINALE: 4-2
MARCATORI: 20’ pt Parente (CUS), 30’ pt Milito (CUS), 6’ st e 9’ st Della Brenda Milito (CAV), 13’ st e 23’ st Galeotafiore (CUS)
AMMONITI: Avagliano e Mannara (CAV), Tramice e Milito (CUS)
ESPULSI: Lamparelli (CUS)
NOTE: per Avellino migliore in campo Nunzio Galeotafiore.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]