Coronavirus, rabbia Festa: “Pattuglie a ogni varco della città. Fake news? Denunce e calci”

Il Sindaco Gianluca Festa ha perso la pazienza nei confronti di una parte della comunità avellinese che fa di tutto per contravvenire le disposizioni del Governo e del presidente della Regione.

Gente in strada, chi passeggia, chi corre, chi va in bici, chi chiacchiera noncuranti del Coronavirus e dell’alto rischio di contagio.

E allora Festa si è infuriato nel corso della diretta Facebook di questa sera, annunciando controlli sempre più serrati sull’intero territorio.

“Da domani non tolleranza zero, tolleranza a meno uno. Ho ringraziato la gran parte della comunità che ha collaborato, abbiamo ricevuto una grande risposta, pochi sono stati i trasgressori, circa una decina su oltre 600 controlli. Semplici sconsiderati che meritavano di essere denunciato. Negli ultimi giorni no. E allora da domani le pattuglie sul territorio raddoppiano, presidieremo tutti i varchi della città, questa storia deve finire, dovere rimanere a casa.

Per combattere il virus non dobbiamo muoverci da casa, sto pensando a delle misure restrittive per supermercati e poste. Per colpa di pochi scellerati, non possono pagare tutti le conseguenze”.

Quindi l’attacco frontale a chi pubblica fake news. Stamattina è circolata su Facebook la foto di via Piave intasata dal traffico, con decine di auto in coda. Non era assolutamente vero: “Li denuncerò, siete delinquenti, mascalzoni. Intraprenderemo azioni penali nei loro confronti, per procurato allarme. Viviamo una situazione già complicata per contrastare l emergenza e questi alimentano la psicosi, l’ansia e cominciano a scombussolare la città. Vi prendo a calci, fate le persone serie per rispetto dell’intera comunità“.

Clicca qui per ascoltare le parole del Sindaco, Gianluca Festa.

Ultimi Articoli