Meditavano furti a Castelfranci e Nusco: denunce e fogli di via

È andata male a due pregiudicati ed a due giovani rom che, in modo sospetto e senza giustificato motivo, si aggiravano nelle contrade tra i comuni di Nusco e Castelfranci. Diverse erano state le comunicazioni pervenute alla Centrale Operativa che avevano segnalavano la presenza di due rom ed un’auto con altre due persone a bordo. Immediatamente, i Carabinieri della Compagnia di Montella, ricevuta la notizia, davano attuazione ad un articolato e consolidato dispositivo per intercettare l’autov…

È andata male a due pregiudicati ed a due giovani rom che, in modo sospetto e senza giustificato motivo, si aggiravano nelle contrade tra i comuni di Nusco e Castelfranci. Diverse erano state le comunicazioni pervenute alla Centrale Operativa che avevano segnalavano la presenza di due rom ed un’auto con altre due persone a bordo. Immediatamente, i Carabinieri della Compagnia di Montella, ricevuta la notizia, davano attuazione ad un articolato e consolidato dispositivo per intercettare l’autovettura e le donne segnalate che, con molta probabilità, stavano per mettere a segno qualche furto.
Nel giro di poco tempo, grazie all’approfondita conoscenza del territorio e delle realtà locali, i militari delle locali Stazioni di Nusco e Castelfranci riuscivano a rintracciare le persone segnalate. A bordo dell’auto vi erano due pregiudicati: un 29enne di nazionalità bulgara ed un 24enne irpino. All’esito di perquisizione i militari operanti rinvenivano nel bagagliaio del veicolo, ben occultati, un’ascia, un coltello a serramanico ed attrezzi atti allo scasso, di cui i due fermati non erano in grado di giustificarne il porto. Pertanto i Carabinieri procedevano al sequestro di quanto rinvenuto ed al deferimento in stato di libertà dei due giovani alla Procura della Repubblica di Avellino, ritenuti responsabili dei reati di porto ingiustificato di armi ed oggetti atti ad offendere nonché possesso di chiavi alterate o di grimaldelli. Inoltre, rintracciate le donne, venivano identificate in due rom di anni 28 e 24, domiciliate nel napoletano. A loro carico i Carabinieri accertavano numerosi precedenti penali, principalmente reati contro il patrimonio. Pertanto le stesse, che non erano in grado di fornire validi motivi circa la loro presenza in quel luogo, venivano allontanate con Foglio di Via Obbligatorio.

Ultimi Articoli

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]

Attualità

Covid in Irpinia: 50 positivi. 17 ad Avellino

7 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 917 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 50 persone: – 1, residente nel comune di Aiello del Sabato; – 2, residenti nel comune di Avella; – 17, residenti nel […]

Cervinara

Evade più volte dai domiciliari, 50enne condotto in carcere

7 Dicembre 2021 0

Ristretto ai domiciliari per evasione, aveva più volte posto in essere comportamenti incompatibili con la prosecuzione della misura alternativa a cui era sottoposto. La puntuale refertazione di quanto rilevato dai Carabinieri della Stazione di Cervinara […]

Calcio Avellino

Avellino Bari : i lupi evitano nel finale la sconfitta

6 Dicembre 2021 0

Finisce in parità il monday night della diciassettesima giornata di serie C tra Avellino e Bari 1-1. In vantaggio la capolista con Antenucci al 33′ su rigore , pareggio al 83′ di Kanoutè per i lupi. IL TABELLINOMarcatori: rig. Antenucci 33′, Kanouté […]