Novolegno, gli operai occupano il Comune di Montefredane

Da ieri sera gli operai della Novolegno hanno occupato l’aula consiliare del Comune di Montefredane, quale forma di protesta contro la dismissione al Sud Italia delle aziende del gruppo Fantoni, che ha annunciato di volere investire soltanto al Nord.

A maggio prossimo, 117 operai della fabbrica di Arcella vedranno scadere la cassa integrazione e si ritroveranno senza un lavoro.

Stanchi e delusi hanno deciso di occupare l’aula consiliare del Comune di Montefredane. Un sit-in di protesta, un messaggio duro, disperato, ma pacifico: con materassini, sacchi a pelo e coperte hanno trascorso la notte, inviando un messaggio chiaro alle istituzioni e all’azienda stessa.


Ultimi Articoli