Sei mesi senza stipendio: esplode il dramma degli operatori dei centri Aias

Da sei mesi sono senza stipendio. E dopo la fumata nera arrivata questa mattina al termine di un delicato vertice in Prefettura ad Avellino sono vicini alla proclamazione dello sciopero. Stiamo parlando degli 80 dipendenti dei centri irpini dell’Aias, l’associazione italiana assistenza spastici. Le strutture operano ad Avellino, Nusco e Calitri. “Non abbiamo avuto risposte soddisfacenti da chi gestisce i centri – ha detto Marco D’Acunto, segretario provinciale della funzione pubblica Cgil – non mi pare ci sia una soluzione rispetto ai ritardi nel pagamento delle spettanze”. Di qui la decisione di indire un’assemblea per delineare le nuove strategie di mobilitazione. I lavoratori sono già in stato di agitazione.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino Bari : i lupi evitano nel finale la sconfitta

6 Dicembre 2021 0

Finisce in parità il monday night della diciassettesima giornata di serie C tra Avellino e Bari 1-1. In vantaggio la capolista con Antenucci al 33′ su rigore , pareggio al 83′ di Kanoutè per i lupi. IL TABELLINOMarcatori: rig. Antenucci 33′, Kanouté […]

Attualità

Covid in Irpinia: 14 casi

6 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che, su 168 tamponi effettuati, sono risultate positive al Covid 14 persone: – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel comune di Atripalda; – 1, residente nel […]

Baiano

In possesso di cocaina e hashish, denunciato 30enne

6 Dicembre 2021 0

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti. In tale contesto, un’altra attività è stata condotta dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile […]

Politica

Il sindaco e la sindrome De Luca

6 Dicembre 2021 0

Bisogna ammettere che il sindaco di Avellino ha ragione quando denuncia un eccesso di critica sull’operato della sua amministrazione. Dovrebbe essere evidente che i problemi della città sono tali e tanti che nessuno può ancora […]