Flash mob degli infermieri contro il Governo: il 9 giugno la protesta arriva ad Avellino

Proteste in tutta Italia per protestare contro il Governo.

Gli infermieri scendono in piazza a partire dal 4 giugno: Roma, Rimini e Savona sono le prime tappe del flash mob di protesta, che toccherà anche Avellino, il prossimo 9 giugno.

L’iniziativa è della Nursing Up, nel mirino la classe politica italiana che ha voltato le spalle agli infermieri, impegnati in prima linea nella lotta al Coronavirus.

Il presidente Antonio De Palma spiega: “Gli infermieri si rivolgono ai cittadini per creare un ‘trait d’union’ tra il personale sanitario e la società civile, quelle persone per cui noi lottiamo ogni giorno nelle corsie e nelle stanze degli ospedali.

Durante la Consulta Nazionale di ieri sera è emerso che gli infermieri non possono e non vogliono aspettare i tempi del tentativo di conciliazione necessario prima di eventuali azioni di sciopero.

Per questo i colleghi di molte regioni, in particolare quelle più colpite dall’emergenza sanitaria, hanno deciso di scendere nelle strade e di farlo subito.

Prima di essere costretti ad incrociare le braccia, intendiamo ‘scendere in campo’ con la loro faccia, le parole e il cuore, nella speranza di ottenere finalmente risultati concreti da parte di chi oggi ha il potere di decidere”, ha dichiarato.

“Vogliamo un futuro diverso, costruito sul rispetto della dignità professionale, per una categoria che continuerà ad essere chiamata a combattere al ‘fronte’ ogni volta che ce ne sarà bisogno, come fa sempre un buon soldato”, ha concluso De Palma.

Dopo Roma, Rimini e Savona, aspettando Avellino, il flash mob toccherà Genova, Trento, Bolzano e Ferrara il 5 giugno; Ravenna e Torino l’8 giugno; Milano, Bologna, Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno il 9 giugno.

Ultimi Articoli