Vaccini, dalla Commissione Ue nuova stretta all’export

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – La Commissione europea ha approvato una revisione al suo sistema di autorizzazioni delle esportazioni, già in vigore da gennaio, aggiungendo i criteri di “reciprocità e proporzionalità”, attraverso i quali gli Stati membri e la Commissione europea stessa potranno valutare caso per caso “se esportare i vaccini” sia “appropriato oppure no”. Lo ha sottolineato il vicepresidente esecutivo della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, nel corso di una conferenza stampa in merito alla trasparenza e al meccanismo di autorizzazione dell’export dei vaccini. D’ora in avanti, dunque, l’Unione europea valuterà se “il Paese verso il quale sono destinate le dosi di vaccino pone a sua volta delle restrizioni sull’export di vaccini o delle materie prime” e se “la situazione nel Paese di destinazione dei vaccini sia migliore o peggiore di quella europea”.
Seguendo le modifiche al meccanismo di autorizzazione, la Commissione europea ha fatto sapere che “saranno 17 i Paesi” verso i quali deciderà se continuare a esportare le dosi di vaccini o meno, tra cui rientrano Israele, Norvegia, Serbia, Svizzera, Bielorussia e Albania. Restano invece esclusi dall’applicazione del nuovo strumento, e quindi continueranno a ricevere i vaccini, “i 92 Paesi a basso e medio reddito del Covax”. Dombrovskis ha poi ricordato che l’Unione europea è “il primo grande esportatore di vaccini a livello globale” e, da quando il meccanismo di autorizzazione delle esportazioni dei vaccini è stato avviato, “su 381 richieste di esportazione, solo una è stata rifiutata e 33 Paesi hanno potuto beneficiare dell’export dei vaccini europei”.
Secondo la commissaria europea per la salute Stella Kyriakides, la revisione al sistema di approvazione dell’export dei vaccini “arriva in questo momento in cui la situazione è ancora allarmante”, ribadendo che i criteri aggiunti “non sono un divieto all’esportazione”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Scuola, Bianchi “A settembre tutti in aula in sicurezza”

6 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Voglio riportare a settembre tutti gli studenti in aula e in sicurezza”. Così, in un’intervista a la Repubblica, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. “L’obiettivo è avere tutti gli studenti in presenza, anche quelli delle superiori. E per farlo il nostro primo problema è garantire la sicurezza. La scuola oggi ha bisogno di […]

[…]

Top News

Recovery, sindacati “Dal Governo impegno al confronto”

5 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza i sindacati ottengono “l’impegno del governo ad affrontare” insieme “alcune questioni”, a cominciare dalla necessità “di definire il ruolo delle organizzazioni sindacali nella cabina di regia”. Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al termine di un incontro a Palazzo Chigi tra […]

[…]

Top News

Prestiti, moratorie ancora attive per 157 miliardi

5 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Le moratorie tuttora attive riguardano prestiti del valore di circa 157 miliardi, a fronte di 1,4 milioni di sospensioni accordate; superano quota 161 miliardi le richieste di garanzia per i nuovi finanziamenti bancari per le micro, piccole e medie imprese presentati al Fondo di Garanzia per le PMI. Attraverso Garanzia Italia di […]

[…]

Top News

Vaccini, Sileri “Seconda dose di Pfizer a 42 giorni un’opportunità”

5 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – La seconda dose dei vaccini Pfizer e Moderna entro 42 giorni “è un’opportunità. Io lo dissi già a gennaio all’inizio della terza ondata, cosi come altri scienziati, di fare come il modello inglese. Ora che stiamo vivendo la coda della terza ondata è stato chiarito che la seconda dose può essere prolungata […]

[…]