Trentalange nuovo Presidente Aia “Ora trasparenza e condivisione”

ROMA (ITALPRESS) – L’Associazione italiana arbitri si rinnova, mette fine alla gestione Nicchi e lascia la guida ad Alfredo Trentalange. L’assemblea elettiva, riunita all’Hilton Rome Airport di Fiumicino, ha incoronato l’ex fischietto torinese, classe 1957: Trentalange ha ricevuto 193 voti su 320, per un netto 60,31%, mentre il presidente uscente Marcello Nicchi, in carica da 12 anni, non è andato oltre al 39,06% con 125 preferenze ricevute, mentre le schede bianche sono state soltanto due. “Voglio dire un grandissimo grazie, non è semplice da questo momento pensare a tutti noi come a una squadra”, ha sottolineato il nuovo numero uno dell’Aia dopo l’elezione, con un pensiero particolare per Nicchi dopo l’accesa campagna elettorale degli ultimi mesi. “Ringrazio di cuore chi ha reso possibile questo evento e dico veramente grazie al presidente Nicchi: mi ha insegnato tantissime cose e io glielo devo, il percorso che ha fatto è stato pieno di valori e impegno – ha spiegato Trentalange – Quello che ha dato a questa associazione resterà per sempre nel mio cuore”. Il programma del nuovo presidente degli arbitri italiani è chiaro e passa attraverso tre parole: trasparenza, confronto e condivisione. “Non sono il nuovo, ma l’esperienza che porta il nuovo – ha osservato Trentalange – Il nostro metodo di lavoro sarà incentrato sul confronto e sulla condivisione che finora sono mancati: un nuovo stile, una nuova leadership fondata sui valori e sulla meritocrazia, con decisioni prese senza sbattere i pugni sul tavolo. Serve un’Aia inclusiva, dobbiamo recuperare i valori e l’umanizzazione, puntare sulla formazione e portare avanti una rivoluzione per coinvolgere i giovani attraverso i loro mezzi di comunicazione. Bisogna essere aperti al confronto senza presunzione. E c’è bisogno di massima trasparenza anche a livello tecnico: le valutazioni degli arbitri devono essere rese disponibili in tempo reale per evitare sorprese a fine stagione”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Sanremo al via, Amadeus “Festival per il Paese che lotta”

3 Marzo 2021 0
SANREMO (ITALPRESS) – L’inizio al buio, Amadeus che si fa il segno della croce prima di scendere le scale, le poltrone rosse vuote, gli applausi finti. Sono le prime immagini di Sanremo 71: «il Festival della ricrescita», Fiorello docet. La «scoperta che la normalità è una cosa straordinaria», per dirla con Amadeus che mai, confessa, […]

[…]

Top News

Morata, Chiesa e Ronaldo, Juve batte Spezia 3-0

2 Marzo 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – La Juventus riparte dopo lo stop di Verona e batte lo Spezia per 3-0 con le reti di Morata, Chiesa e Cristiano Ronaldo. Nell’anticipo del turno infrasettimanale la squadra di Pirlo si porta momentaneamente a -3 dal Milan e a -7 dalla capolista Inter. Nella cornice di un Allianz Stadium che al […]

[…]

Top News

Cartabia “Urgente accelerare con le vaccinazioni in carcere”

2 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – «Oggi è urgente che la somministrazione delle vaccinazioni, iniziata in alcune realtà carcerarie già da alcune settimane, prosegua velocemente». Nella sua visita alla sede del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, assicura che il «Ministero segue con attenzione l’andamento delle vaccinazioni» e annuncia che «metterà le informazioni e i […]

[…]

Top News

Covid, Draghi firma il suo primo Dpcm, scuole chiuse nelle zone rosse

2 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il presidente del Consiglio Mario Draghiha firmato pochi minuti fa il Dpcm che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile. E’ frutto di un confronto importante prima di tutto con il Parlamento, con le Regioni e con il Cts”. Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza, nel corso […]

[…]

Top News

Covid, in Italia il 54% delle infezioni dovute alla variante inglese

2 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – In Italia al 18 febbraio scorso la prevalenza della cosiddetta “variante inglese” del virus Sars-CoV-2 era del 54%, con valori oscillanti tra le singole regioni tra lo 0% e il 93,3%, mentre per quella “brasiliana” era del 4,3% (0%-36,2%) e per la “sudafricana” dello 0,4% (0%-2,9%). La stima viene dalla nuova “flash […]

[…]