Scomparso il batterista dei Pooh Stefano D’Orazio

ROMA (ITALPRESS) – E’ scomparso Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh. Il primo a darne notizia l’amico di vecchia data, Bobo Craxi. “Stefano amico mio. Suona e scrivi anche
lassù. Ciao!”. Poi la conferma dagli amici Roby Facchinetti, Red Canzian, Dodi Battaglia e Riccardo Fogli: “Stefano ci ha lasciato! Due ore fa…era ricoverato da una settimana e per rispetto non ne avevamo mai parlato…oggi pomeriggio, dopo giorni di paura, sembrava che la situazione stesse migliorando… poi, stasera, la terribile notizia” rivelano su Facebook. “Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa. Preghiamo per lui. Ciao Stefano, nostro amico per sempre… Roby, Red, Dodi, Riccardo”. Stefano D’Orazio era nato a Roma il 12 settembre del 1948 e ha fatto parte dei Pooh come batterista dal 1971 al 2009. Il suo ingresso l’8 settembre 1971, in seguito all’uscita di Valerio Negrini. Poi nel 2015 e 2016, in occasione della rèunion per il cinquantennale, è stato autore di una parte dei testi delle canzoni del gruppo, del quale in seguito è divenuto anche responsabile amministrativo.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Presidente Emilia Romagna Bonaccini negativo al tampone di controllo

20 Novembre 2020 0
Il Presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini è risultato negativo al Covid-19 dopo il tampone di controllo. “Questa mattina ho ricevuto una bella notizia: sono risultato negativo all’ultimo tampone di controllo. Ancora per qualche tempo dovrò proseguire a casa le cure per la polmonite, che migliora ma non può certo essere trascurata, ma il ritorno alla […]

[…]

Top News

Totti guarito dal Coronavirus “Non una passeggiata ma ora sto bene”

20 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Ciao a tutti! Come avete saputo in queste ultime settimane non sono stato bene. Ora mi sono ripreso e posso dirvi con un certo sollievo che ho avuto il Covid e che non è stata una passeggiata: la febbre che non scendeva, la saturazione dell’ossigeno bassa e le forze che se ne […]

[…]