Scaroni “Prematuro parlare di scudetto, cauto ottimismo su Kessie”

ROMA (ITALPRESS) – Va bene l’entusiasmo, ma guai a volare troppo alto, soprattutto quando la stagione è appena iniziata. “E’ stato un partitone, ci siamo divertiti tutti: una bellissima prestazione di squadra ma è prematuro parlare di scudetto. Ora tutti gli occhi sono a Liverpool, dove ci sarà una sfida importante”. Il presidente del Milan, Paolo Scaroni, ai microfoni di “Radio anch’io sport”, su Rai Radio 1, preferisce tenere un profilo basso il giorno dopo la convincente vittoria sulla Lazio e in attesa del debutto in Champions League contro i Reds. “La nostra priorità è rientrare in Champions, dove il Milan deve sempre stare, poi se faremo meglio, saremo contenti – ha aggiunto il numero 1 del club rossonero – Vorrei vincere sempre lo scudetto: se arrivo quarto sono contento, se primo contentissimo”. Di certo, questo Milan non può prescindere dal suo condottiero, quello Stefano Pioli che, in passato, è sembrato anche essere in discussione. “In bilico Pioli non è mai stato, il progetto è stato sempre di lungo termine – ha assicurato Scaroni – Certo, quando abbiamo perso delle partite in modo brutto ci siamo tutti rattristati, ma il mister non è mai stato in discussione. Ibrahimovic? Ci sorprende sempre, non so se poi tornerà in Svezia, volesse restare a Milano potrebbe dare un grande apporto al nostro club”. Il capitolo Kessie, invece, non è ancora del tutto scritto: “Sul suo rinnovo mi auguro ci siano novità nelle prossime settimane: ho grande fiducia in Maldini e Massara, che stanno negoziando con lui. Mantengo un cauto ottimismo”. Imprescindibile anche il progetto del nuovo stadio, senza il quale il club non avrà introiti tali da competere con le big d’Europa: “Il sindaco Sala aveva dato un assenso al nostro progetto, anche le opposizioni non erano contrarie: sono ottimista, in ottobre faremo un passo decisivo. Ci vorrà del tempo ma guarderemo al nostro futuro come i grandi club europei. Nel momento in cui avremo l’approvazione del nuovo consiglio comunale, se tutto va bene passeranno sei mesi e la costruzione potrà iniziare nella seconda parte del 2022. Per il 2024-2025 il nuovo stadio sarà pronto”
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]

Top News

Letta “Il voto rilancia il Pd e rafforza il Governo”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd oggi è rilanciato, vince ovunque queste elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, dalla sede del Nazareno, commentando i risultati dei ballottaggi.“Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi, perchè si sono saldati e hanno […]

[…]

Attualità

Furbetti all’Asl di Avellino, 27 condanne

18 Ottobre 2021 0

Ventisette condanne e sei assoluzioni nel processo di primo grado nei confronti di 33 dipendenti ed ex dipendenti della Asl di Avellino accusati di assentarsi dal lavoro dopo aver “strisciato” il badge. Il giudice monocratico, […]

Top News

Covid, 1.597 nuovi casi e 44 decessi in 24 ore

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Secondo il bollettino del ministero della Salute, i nuovi positivi sono 1.597 (rispetto ai 2.437 del 17 ottobre). I tamponi processati sono 219.878 che portano il tasso di positività a 0,73%. Oggi si registrano 44 decessi (ieri erano 24). I guariti sono 2.756 mentre per gli attualmente positivi si registra un decremento […]

[…]

Top News

Lo Russo nuovo sindaco di Torino “Risultato entusiasmante”

18 Ottobre 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – Stefano Lo Russo è il nuovo sindaco di Torino. Al ballottaggio per le comunali il candidato del centrosinistra è in testa con il 59,2 dei voti (proiezione Opinio Rai) mentre Paolo Damilano (centrodestra) si ferma al 40,8. “Il risultato è entusiasmante, va oltre le aspettative, e ci responsabilizza” commenta Lo Russo. “Ringrazio […]

[…]