Peggiora la situazione economica delle famiglie

ROMA (ITALPRESS) – Nonostante l’anno difficile, gli italiani sono soddisfatti per la proprio vita personale ma per 1 famiglia su 3 è peggiorata la situazione economica. E’ quanto emerge dal report dell’Istat “La soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita, nel 2020”. Anche nelle fasi iniziali della pandemia, una quota rilevante di cittadini ha continuato a manifestare un giudizio positivo per la propria vita personale. Nella prima parte dell’anno le dimensioni della salute, delle relazioni familiari e amicali o del tempo libero, valutate nei 12 mesi precedenti, hanno continuato a soddisfare e gratificare quote elevate di popolazione. Il giudizio sulla situazione economica personale è rimasto positivo per la maggioranza delle persone, ma è peggiorato tra i lavoratori autonomi. Emergono segnali di criticità per la situazione economica familiare: sale dal 25,7% al 29,1% la quota di famiglie che dichiarano un peggioramento rispetto al 2019. Il 44,3% le persone che dichiarano un’elevata soddisfazione per la loro vita.
Rispetto agli anni precedenti, in generale la crescita della soddisfazione ha riguardato gli occupati, con l’eccezione dei lavoratori in proprio. A livello territoriale, il Nord presenta la quota più alta di coloro che dichiarano un voto compreso tra 8 e 10 rispetto alla soddisfazione per la vita (48,3%), il Centro una quota intermedia (42,7%) e il Mezzogiorno la quota minore (39,8%). Nel 2020, l’89,7% delle persone di 14 anni e oltre esprime un giudizio positivo. Solo una quota residuale, l’1,5%, giudica questo tipo di relazioni per niente soddisfacente. L’impatto iniziale della pandemia non incide sulla soddisfazione per la salute. Sul proprio stato di salute l’81,6% degli individui di 14 anni e oltre esprime un giudizio positivo (molto o abbastanza soddisfatti). Nel complesso, la soddisfazione per questo aspetto della vita diminuisce al crescere dell’età e raggiunge il minimo nella classe dei 75enni e più (56,9%).
La maggioranza delle famiglie giudicano invariata la propria situazione economica rispetto all’anno precedente (62,8%), tuttavia si registra un calo della percezione di stabilità (65,2% nel 2019) e un aumento di quella di peggioramento (29,1% rispetto a 25,7% del 2019). I dati del 2020 mostrano come la cautela sia ancora l’atteggiamento prevalente. Alla domanda se ci si possa fidare della maggior parte delle persone oppure bisogna stare molto attenti, il 75,3% delle persone risponde che “bisogna stare molto attenti” mentre il 23,2% è orientato a un atteggiamento di fiducia.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Staffetta 4×100 in finale, Jacobs “Faremo grandi cose”

5 Agosto 2021 0
TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – L’Italia conquista la finaleolimpica della staffetta 4×100 ai Giochi di Tokyo. Lorenzo Patta,Marcell Jacobs, Eseosa Desalu e Filippo Tortu hanno chiuso al 3°posto la seconda batteria correndo in 37″95, nuovo record italiano e quarto tempo di accesso alla finale. “Dove tengo la medaglia d’oro? Ancora nel letto insieme a me, ci […]

[…]

Top News

Milan sconfitto ai rigori dal Valencia in amichevole

4 Agosto 2021 0
VALENCIA (SPAGNA) (ITALPRESS) – Un altro pareggio dopo quello col Nizza per il Milan che prosegue la sua marcia di avvicinamento verso le prime gare ufficiali: 0-0 al Mestalla contro il Valencia, che si prende poi ai rigori il 49esimo Trofeu Taronja. Decisivo l’errore di Krunic.Pioli parte con Maignan fra i pali, Conti e Ballo-Tourè […]

[…]

Top News

Per Intesa Sanpaolo conti in crescita, nuovo piano quadriennale

4 Agosto 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – Intesa Sanpaolo chiude il semestre con tre miliardi di utile, l’obiettivo di arrivare almeno a quattro a fine anno e salire fino a cinque miliardi per tutto il 2022. L’anno prossimo è anche quello del nuovo piano industriale quadriennale, cui il Ceo Carlo Messina sta lavorando. Una boccata d’ossigeno fondamentale per i […]

[…]