Musumeci “Migranti via da Sicilia”, Viminale “Competenza è nazionale”

PALERMO (ITALPRESS) – “Entro la mezzanotte del 24 agosto tutti i migranti presenti negli hotspot e in ogni centro di accoglienza devono essere improrogabilmente trasferiti o ricollocati in altre strutture fuori dal territorio della Regione Siciliana, non essendo allo stato possibile garantire la permanenza nell’Isola nel rispetto delle misure sanitarie di prevenzione del contagio”.
E’ quanto si legge nell’ordinanza emessa dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci la chiusura dei centri per migranti nell’Isola.
“La Regione Siciliana, mediante le Asp territorialmente competenti, mette a disposizione delle Autorità nazionali il personale necessario ai controlli sanitari per consentire il trasferimento dei migranti in sicurezza – prosegue il testo -. Al fine di tutelare e garantire la salute e la incolumità pubblica, in mancanza di strutture idonee di accoglienza, è fatto divieto di ingresso, transito e sosta nel territorio della Regione Siciliana da parte di ogni migrante che raggiunga le coste siciliane di grandi e piccole dimensioni, comprese quelle delle Ong”.
L’immigrazione è una materia “di competenza statale”. Così fonti del Viminale in merito all’ordinanza di Musumeci.
Le stesse fonti sottolineano che da parte del ministero dell’Interno c’è “comprensione per la situazione. Si sta facendo tutto il possibile per allentare la pressione sui centri siciliani, si lavora giorno e notte per questo”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Engie Italia, una campagna contro la violenza di genere

25 Novembre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – Un fenomeno insostenibile, quello della violenza – fisica e/o psicologica – contro le donne, che si è aggravato con la pandemia e non può essere in alcun modo tollerato.Per questo, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne istituita dall’ONU, ENGIE Italia, player globale dell’energia con l’ambizione di accelerare un’economia […]

[…]

Top News

Nel 2020 femminicidi in aumento del 7.3%, fascia più colpita over 65

25 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Se il trend è in diminuzione per gli omicidi di donne nel 2019 (111) rispetto al 2018 (141), in linea con la diminuzione generale degli omicidi durante il lockdown, una controtendenza si registra nei primi nove mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso con un aumento del 7,3% (88 donne […]

[…]