Mantovani (Manageritalia) “Smart working opportunità di sviluppo Sud”

MILANO (ITALPRESS) – Lo smart working come opportunità di sviluppo per il Sud. E’ questa l’idea di Mario Mantovani, nominato da pochi giorni presidente di Manageritalia, l’associazione che raggruppa oltre 37 mila fra dirigenti, quadri e professionisti di alto livello del terziario. “Questa nuova modalità di lavoro – spiega all’Italpress – favorirà la redistribuzione delle risorse sul territorio e contribuirà nel lungo periodo a raggiungere una migliore conciliazione fra qualità della vita e lavoro. Certo non sarà un cambiamento immediato e nemmeno rapido ma ormai la strada è segnata”. “Parlando di smart working fatto al Sud, anche detto south working, che quindi sottende l’idea che tanti si trasferiscano lì – aggiunge -tanto per cominciare servono sul territorio degli strumenti a partire da un efficiente sistema di connessione che ovviamente si può ottenere solo attraverso massicci investimenti sulla rete da parte delle compagnie telefoniche. Poi, nella località che si sceglie come posto per lavorare e vivere deve esserci una sanità che funziona altrimenti non ci va nessuno. Infine una moderna struttura di trasporti”. Secondo Mantovani, una volta cessata l’emergenza sanitaria, “una quota di personale compresa fra il 30 e il 70% potrà continuare a lavorare da casa o meglio in smart working, cioè in forme miste e non sempre e solo da casa. Questo perchè le organizzazioni e le persone hanno comunque bisogno di momenti, anche minimi, di socializzazione fisica”. Mantovani vede la ripartenza “con molte difficoltà. Non vorrei che venisse adottato il solito schema italiano per cui si cerca di conservare il posto di lavoro ma non il lavoro e la professionalità, che anzi va aggiornata e incrementa”. “Per la ripresa – spiega – servono nuovi progetti e nuove idee. Bisogna pensare alla riconversione dei lavoratori e alla loro formazione”. Come Manageritalia “abbiano una interlocuzione frequente con i ministeri. Abbiamo esposto le nostre idee e siamo pronti a collaborare. Ci sono decine di professionisti disponibili sul mercato. Potrebbero essere facilmente ingaggiati per riorganizzare le attività e dare il loro contributo alla ripresa. Non vorrei che la ripresa avvenisse in prevalenza nel segno dell’assistenzialismo”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Governo, Conte “Da Italia Viva grave responsabilità”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Cari ministri, purtroppo questa sera IV si è assunta la grave responsabilità di aprire una crisi di governo. Sono sinceramente rammaricato, e credo di potere interpretare anche i vostri pensieri, per il notevole danno che si sta producendo per il nostro Paese per una crisi di governo nel pieno di una pandemia […]

[…]

Top News

Governo, Centrodestra “Conte si dimetta o chieda voto di fiducia”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Bisogna fare presto. L’Italia non può aspettare le liti, i giochini e le reciproche accuse dei partiti di governo, di Conte e Renzi, dei Cinquestelle e del Pd. Il centrodestra è la prima forza politica del Paese e, dopo un vertice che ha confermato la grande compattezza della coalizione, chiede che il […]

[…]

Top News

L’Empoli lotta ma il Napoli va avanti in Coppa Italia

13 Gennaio 2021 0
NAPOLI (ITALPRESS) – Allo stadio Diego Armando Maradona il Napoli campione in carica passa il turno di Coppa Italia contro l’Empoli, vincendo 3-2 con le reti di Di Lorenzo, Lozano e Petagna, e si prepara a sfidare ai quarti di finale la vincente tra Roma e Spezia. Gli uomini di Gattuso mostrano subito le loro […]

[…]

Top News

Italia Viva lascia il Governo, Renzi “La crisi è aperta da mesi”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Italia Viva lascia il Governo e apre così ufficialmente la crisi paventata da giorni. “Abbiamo convocato questa conferenza per fare il punto sulla situazione politica del paese e per annunciare le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e del sottosegretario Scalfarotto”. Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, incontrando […]

[…]