Lavoro, Orlando “Confido presto in riforma degli ammortizzatori”

ROMA (ITALPRESS) – “Confido di portare abbastanza presto una riforma degli ammortizzatori sociali. Abbiamo bisogno di avere formazione e di strumenti in grado di accompagnare le imprese nella transizione che avverrà, da quella digitale a quelle ecologica”. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ospite di “Mattino5” su Canale 5. “Ora bisognerà aiutare subito chi perde il lavoro a trovare dei percorsi che riportino alla possibilità di trovarne un altro”, ha aggiunto. Per il ministro, inoltre, “il blocco dei licenziamenti ha prodotto una difesa della capacità produttiva. Credo sia una scelta giusta ma da sola non basta. Avremo un rimbalzo economico, una ripresa ma che non porterà lo stesso numero di posti di lavori perduti. Dobbiamo lavorare per accompagnare questa trasformazione, un lavoro da fare con le parti sociali e per fortuna abbiamo le risorse del Recovery”. La morte della giovane operaia di Prato “è una vicenda straziante, dobbiamo usarla per costruire delle risposte migliori. Investire di più in prevenzione – ha spiegato -significa meno morti. Si tratta di far funzionare meglio i controlli, un’organizzazione adeguata e competenze meno frammentate, serve una pianificazione degli interventi. Purtroppo questo non è un caso isolato. Non è mai accettabile qualunque danno, la lesione delle persone che sono sul posto di lavoro è un dato inaccettabile”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Attualità

Scuola: il Tar sospende l’ordinanza di De Luca

10 Gennaio 2022 0

Il Tar ha sospeso l’ordinanza con la quale la Regione Campania ha disposto la didattica a distanza fino al 29 gennaio in tutte le scuole dell’infanzia, elementari e medie del territorio per criticità legate alla […]

Attualità

Corriere dell’Irpini­a: in edicola l’Annuario 2021

7 Gennaio 2022 0

Domenica in edicola l’Annuario 2021 del Corriere dell’Irpini­a. Il racconto dei fatti che hanno segnato l’­anno con il commento di studiosi, giornalisti, scritt­ori, le interviste ai protagonisti del mondo della politica, della cul­tura, della società […]