La Roma vince 3-1, notte fonda per il Torino

ROMA (ITALPRESS) – Per il Torino è ancora notte fonda. Nel posticipo della dodicesima giornata, all’Olimpico, i granata non riescono a risollevarsi dal complicato momento e incassano l’ottava sconfitta stagionale contro la Roma. I giallorossi, dopo la cinquina al Bologna, si impongono per 3-1 e agganciano la Juventus al terzo posto con i gol di Mkhitaryan, Veretout e Pellegrini. Una serata in discesa sin dal 14′ per gli uomini di Fonseca, in superiorità numerica grazie alla doppia ammonizione di Singo. Inutili le proteste degli ospiti all’indirizzo del direttore di gara Abisso di Palermo, che reclamano anche per un fallo su Belotti nell’azione che porta la Roma al vantaggio al 27′: Mancini anticipa il Gallo in maniera decisa ma giudicata regolare, Milinkovic-Savic (preferito a Sirigu) respinge ma sul pallone vagante la bordata di Mkhitaryan si insacca dopo aver colpito il palo interno. Non ci sono dubbi, invece, sul rigore concesso al tramonto del primo tempo: Belotti lancia involontariamente Dzeko con un retropassaggio, Bremer prova a metterci una pezza ma atterra il bosniaco in area e dal dischetto Veretout è infallibile. In un match apparentemente in cassaforte, la Roma abbassa ulteriormente il ritmo nella ripresa tuttavia al 64′ viene spaventata dall’incrocio dei pali di Edera. Un campanello d’allarme per i giallorossi mentre per il Toro piove sul bagnato, con episodi continuamente a sfavore e il colpo del ko che arriva tre minuti più tardi con Pellegrini, che infila sotto la traversa dopo una rapida ripartenza corale. Spalle al muro e con entrambi i piedi nella fossa, l’ultimo a mollare è sempre capitan Belotti: con la partecipazione di Pau Lopez e del pacchetto difensivo capitolino, il Gallo insacca in mischia e rende meno amaro lo score ma non può far sfuggire i granata dalla dura realtà con l’ultimo posto in classifica in compagnia del Crotone.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Il Milan torna subito a vincere, Torino battuto per 2-0

9 Gennaio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Il Milan volta pagina dopo la prima sconfitta in campionato contro la Juventus e inguaia il Torino. A San Siro i rossoneri mettono pressione all’Inter, impegnata domenica nel lunch match con la Roma, con un 2-0 che rispedisce i granata nelle ultime tre posizioni della classifica. Il Diavolo prende subito il comando […]

[…]

Top News

Conte “Lavoro per rafforzare coesione e solidità squadra”

9 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sto lavorando anche a rafforzare la coesione delle forze di maggioranza e la solidità della squadra di governo. Senza queste premesse diventa arduo perseguire obiettivi che richiedono piena dedizione e acuta lungimiranza. E non consentono distrazioni, per rispetto dei cittadini e del momento che stiamo vivendo”. Così, in un post su Facebook, […]

[…]

Top News

Zajc e Destro in gol, Genoa batte Bologna 2-0

9 Gennaio 2021 0
GENOVA (ITALPRESS) – Il nuovo Genoa di Ballardini non si ferma e conquista il settimo punto in quattro partite. Il Bologna di Mihajlovic non sa più vincere e rischia di essere risucchiato dalla lotta salvezza. Al Ferraris vince il Genoa per 2-0 grazie alle reti di Zajc e di un ritrovato Mattia Destro, al sesto […]

[…]

Top News

In Sicilia da lunedì Messina e altri due comuni “zone rosse”

9 Gennaio 2021 0
PALERMO (ITALPRESS) – I Comuni di Messina, Ramacca e Castel di Iudica da lunedì 11 gennaio saranno “zona rossa”. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, appena pubblicata. Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza – viste le relazioni delle Asp di Messina e Catania e sentiti i sindaci […]

[…]

Top News

Governo, Crimi “Paese non può permettersi cambio Esecutivo”

9 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Deve prevalere il senso di responsabilità in tutti perchè qui non è in gioco la poltrona, ma il destino del Paese. Noi riteniamo che la nostra delegazione ha lavorato benissimo e ha ancora tanto da poter dare. Mettere in campo una nuova squadra di governo oggi significa ripartire e rallentare l’azione politica, […]

[…]