In mostra a Roma “Le forme del tempo” di Manolo Valdès

ROMA (ITALPRESS) – Manolo Valdes, artista spagnolo di fama internazionale, torna a Roma dopo 25 anni con una ampia mostra personale. “Manolo Valdès. Le forme del tempo”, ospitata nelle sale del Museo di Palazzo Cipolla dal 17 ottobre al 10 gennaio 2021, è stata fortemente voluta da Emmanuele Francesco Maria Emanuele (nella foto), presidente della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale ed è realizzata da Poema in collaborazione con la Galleria Contini di Venezia, con il supporto organizzativo di Comediarting e Arthemisia. La rassegna è curata da Gabriele Simongini. Una settimana di opere provenienti dallo studio dell’artista e da importanti collezioni private, fra quadri e sculture, alcune delle quali di grandi dimensioni, daranno conto del percorso creativo di Valdès dai primi anni Ottanta a oggi. Nella ricerca figurativa e ludicamente visionaria di Valdès gli artisti del passato più o meno lontano (da Velazquez a Rubens e Zurbaran, da El Greco a Ribera fino a Leger e Matisse) diventano interlocutori con cui intrattenere un contatto giornaliero, a cui rendere omaggio e che ampliano lo spazio polifonico del suo lavoro. Come se l’immagine prelevata da Valdès nel passato più o meno recente, si fosse trasformata recependo i mutamenti dell’arte successiva (soprattutto attraverso l’informale e la Pop Art) fino ad approdare in una nuova veste davanti a noi, con i buchi e le lacerazioni della materia impressi da questo lungo viaggio nel tempo.
“Le opere di Valdès, siano esse dipinti o sculture, sono percorse da una forza e una vitalità dirompenti, trasmesse dalla sapiente lavorazione che l’artista fa dei materiali più vari, alcuni persino assemblati e creato da lui stesso, fino a comunicare allo sguardo quasi una sensazione tattile, afferma Emanuele. “Del suo lavoro personalmente apprezzo, in particolare, proprio l’attitudine ad attingere in maniera del tutto trasparente e naturale al repertorio artistico del passato per riproporlo in chiave contemporanea, a conferma della mia convinzione che l’arte è un fluire ininterrotto – ha spiegato – un dialogo costante tra i grandi di ieri e di oggi e che non ha dunque senso racchiuderla in periodi rigidi ed impermeabili tra loro”.
Come scrive Gabriele Simongini, curatore della rassegna, “l’opera-matrice, di capitale importanza per l’inesausto andirivieni di Valdès nel labirinto della storia dell’arte, è ‘Las Meninas’ di Velazques, soprattutto per quell’intreccio fra realtà e illusione, per quel gioco con la verità e con le apparenze, che costituiscono il cuore di quel capolavoro e del barocco spagnolo ma anche del lavoro stesso di Valdès”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Attualità

Coronavirus in Italia: 10.874 nuovi casi, in Campania 1.312

20 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 10.874 i casi di Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, oltre 1.500 più di ieri quando erano stati 9.338. Superiore il numero di tamponi, 144.737 contro i 98.862 di ieri. E’ quanto riporta il bollettino del Ministero della Salute.89 i nuovi decessi, contro i 73 di ieri. Il totale dei […]

[…]

Top News

Tratnik vince per distacco a San Daniele del Friuli, Almeida rosa

20 Ottobre 2020 0
SAN DANIELE DEL FRIULI (ITALPRESS) – Jan Tratnik vince la sedicesima tappa del Giro d’Italia 2020 andata in scena da Udine a San Daniele del Friuli dopo 229 chilometri. La frazione di oggi, caratterizzata da un duro Gpm di seconda categoria sulla Madonnina del Domm prima di vari saliscendi che portano al traguardo, vede trionfare […]

[…]

Top News

Casasco “Assurdo aver bloccato l’attività giovanile nello sport”

20 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “E’ assolutamente non condivisibile e addirittura assurdo che l’Italia, su indicazione di parte del Cts, probabilmente non conoscendo l’organizzazione sportiva, sia salita sul podio dell’assurdo per aver bloccato esclusivamente tutta l’attività giovanile nello sport. Scuola e sport giovanile devono essere allineati. Abbiamo inventato il lockdown dello sport giovanile”. Maurizio Casasco, presidente della […]

[…]