Governo, Crimi “Adesso faremo parlare i nostri iscritti”

ROMA (ITALPRESS) – “Nelle prossime ore verificheremo l’aspetto complessivo e la configurazione di governo che il professor Draghi intende adottare. Faremo parlare i nostri iscritti che ci daranno indicazioni in questa direzione o in un’altra. Come abbiamo sempre fatto contiamo nell’intelligenza collettiva per fare la scelta giusta nell’interesse del Paese”. Lo ha detto il capo politico del M5S, Vito Crimi, al termine delle consultazioni con il premier incaricato Mario Draghi.
“Abbiamo affrontato il tema del Mes – ha spiegato Crimi -, è stato molto chiaro in questo senso, una misura come il Mes va fatta se c’è una convenienza e dei motivi per utilizzarlo e non ci sono ad oggi. Infatti non è stato neanche minimamente citato nella sua elencazione di intenzioni di programma dell’azione governativa”.
“L’interlocuzione è proseguita e abbiamo ascoltato le idee base di programma, le riforme e gli ambiti entro il quale intende esercitare l’azione di governo – ha proseguito -. Abbiamo trovato una serie di spunti sulle cose che avevamo già anticipato ma la cosa più importante era che l’azione di governo si concentrasse e che avesse come pilastro la transizione ambientale ed energetica”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Governo, la squadra dei ministri soddisfa un italiano su tre

24 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Dopo il primo Consiglio dei Ministri e la fiducia incassata alla Camera e al Senato nel corso della scorsa settimana, il nuovo Governo Draghi è diventato ufficialmente operativo. Un Governo formato da una squadra di Ministri che soddisfa un italiano su 3. Secondo un sondaggio di Euromedia Research, in questo momento un […]

[…]

Top News

Covid, Berlusconi “Risarcimenti immediati per ogni chiusura”

24 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Questo governo, che io ho fortissimamente voluto, è indubbiamente un’anomalia, determinata da circostanze straordinarie. Nell’imboccare questa strada, tutti erano consapevoli delle difficoltà, ma anche della gravità del momento. Sarebbe assurdo che questa consapevolezza venisse meno in corso d’opera. Naturalmente sappiamo tutti che appena le condizioni lo consentiranno, torneremo a dividerci. Magari con […]

[…]