Giorgio Panariello compie 60 anni, tra tv, cinema e teatro

ROMA (ITALPRESS) – Giorgio Panariello compie 60 anni. Il comico, attore e imitatore italiano festeggia il suo compleanno il prossimo 30 settembre. Le battute dal tipico accento toscano, la mimica e le parodie caratterizzano i suoi show. Negli anni, slogan, tormentoni, imitazioni, siparietti con personaggi veri o di fantasia, spesso eccentrici, bizzarri o esagerati, hanno conquistato il pubblico e sono entrati nell’immaginario collettivo. Partecipa a “Stasera mi butto”, programma Rai per nuovi talenti che, nei primi anni Novanta, lancia diversi artisti del mondo dello spettacolo. Il debutto nel cinema arriva nel 1996 nel film “Albergo Roma” diretto da Ugo Chiti. Successivamente, è sul grande schermo anche con il ruolo di regista, oltre che di attore, con “Bagnomaria” nel 1999 e “Al momento giusto” nel 2000. Tra i vari titoli, Panariello recita, tra l’altro, anche in “Ti amo in tutte le lingue del mondo”, “Notte prima degli esami – oggi”, “Sms Sotto Mentite Spoglie”, “No Problem”, “I Mostri Oggi”, “Natale in Sud Africa”, “Amici miei… come tutto ebbe inizio”, “Un fantastico via vai”.
In tv, oltre a numerose apparizioni in diversi programmi televisivi, conduce, tra l’altro, “Torno sabato”, varietà in prima serata su Rai1, e poi “Ma il cielo è sempre più blu”. Nel 2006 presenta il Festival di Sanremo, con Ilary Blasi e Victoria Cabello. Nel 2012 conduce “Panariello non esiste”, varietà andato in onda in prima serata su Canale5. Negli anni, inoltre, porta in scena i suoi spettacoli grazie a diversi tour che sono seguiti sia in Italia che all’estero, in particolare negli Stati Uniti dove lo show di Panariello ottiene importanti successi.
La sua simpatia conquista il pubblico, dal vivo e non solo. Panariello, infatti, si fa notare anche negli spot pubblicitari e, con le sue battute, diventa una compagnia quotidiana per i telespettatori. Versatile e creativo, lo showman si dedica anche alla scrittura. Sono diventate famose le sue imitazioni e le parodie di personalità note come Renato Zero e Flavio Briatore ma anche i siparietti realizzati trasformandosi in personaggi di fantasia dall’aspetto caricaturale nei modi e nell’abbigliamento. I suoi sketch hanno lanciato veri e propri tormentoni molto apprezzati e talvolta ricordati dai fan.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino, tutti in bilico e rischio ‘rivoluzione’

18 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La famiglia D’Agostino ha capito che il capitombolo è una eventualità che non si può non considerare. Ed allora ha cominciato a guardarsi intorno: sondaggi per non farsi trovare impreparati in caso […]

Top News

Ballottaggi, Meloni “Centrodestra sconfitto, ma non è una debacle”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Credo che si debba riconoscere che il centrodestra esce sconfitto, credo che ne siamo tutti consapevoli. Il centrodestra conferma Trieste ma non strappa le altre 5 grandi città”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in conferenza stampa. “Credo che però a parlare di debacle un pò ce ne […]

[…]

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]

Top News

Letta “Il voto rilancia il Pd e rafforza il Governo”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd oggi è rilanciato, vince ovunque queste elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, dalla sede del Nazareno, commentando i risultati dei ballottaggi.“Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi, perchè si sono saldati e hanno […]

[…]

Attualità

Furbetti all’Asl di Avellino, 27 condanne

18 Ottobre 2021 0

Ventisette condanne e sei assoluzioni nel processo di primo grado nei confronti di 33 dipendenti ed ex dipendenti della Asl di Avellino accusati di assentarsi dal lavoro dopo aver “strisciato” il badge. Il giudice monocratico, […]