Cura e ricerca, al via partnership “Gemelli” di Roma-“Giglio” di Cefalù

CEFALU’ (PALERMO) (ITALPRESS) – Al via la partnership tra la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma e la Fondazione Giglio di Cefalù, con l’obiettivo di qualificare ulteriormente l’offerta sanitaria dell’ospedale siciliano anche in vista dello “sviluppo di un centro di eccellenza nell’ambito della ricerca e dell’alta formazione a prevalente orientamento oncologico”. Il progetto “Gemelli Giglio medical partnership” – presentato oggi alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione siciliana, Nello
Musumeci, del presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza – prevede l’attuazione di programmi di ricerca biomedica, sperimentale e clinica, di programmi di formazione e trasferimento di know how, la valorizzazione delle risorse interne e, in una prospettiva più a lungo termine, l’avvio del percorso per il riconoscimento di IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) per il Giglio. E, inoltre, la possibilità di attivare percorsi accademici in collaborazione con la Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. L’attività sanitaria del “Gemelli Giglio Medical Partnership” è stata organizzata per Centri di cura.
I primi a partire saranno il Centro Malattie endocrine e Obesità, il Centro Chirurgia del pancreas e Colorettale Laparoscopia e Robotica e il Centro Chirurgia del fegato e delle vie biliari. A ottobre sarà la volta del Centro di Oncologia ginecologica e del Centro per il trattamento dell’endometriosi per proseguire, entro un anno, all’avvio di tutte le attività in progetto. Fra queste il Centro per il trattamento dei tumori della tiroide, il Centro per la diagnosi e il trattamento delle neoplasie dell’endometrio e il Centro integrato di Chirurgia robotica.
Il cronoprogramma prevede l’avvio delle attività ambulatoriali dei primi tre Centri entro giugno e dell’attività chirurgica, con i primi ricoveri, a settembre. Il progetto è regolato da una convenzione della durata di dieci anni che prevede il trattamento, in regime di ricovero, di 18.805 pazienti (dai 729 del primo anno ai 2.068 del decimo anno).
Sono già stati individuati e definiti i responsabili dei primi tre Centri di cura. Per il Centro di Malattie endocrine e obesità il professore Marco Raffaelli, direttore dell’Unità operativa complessa di Chirurgia endocrina e metabolica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS. Con Raffaelli, dal Policlinico Gemelli arriveranno la specialista in endocrinologia e metabolismo Mia Lovicu e il chirurgo endocrino e dell’obesità Luca Sessa. A dirigere il Centro della Chirurgia del Pancreas e Colorettale il professore Sergio Alfieri, direttore dell’Unità operativa complessa di Chirurgia digestiva e del pancreas e Coordinatore del Centro chirurgico del Pancreas del Gemell. Il Centro di Chirurgia del Fegato e delle Vie Biliari viene diretto dal professor Felice Giuliante, direttore dell’Unità operativa complessa di Chirurgia Biliare del Gemelli. I professionisti del Gemelli si integreranno con quelli del Giglio nella presa in carico e cura del paziente e sarà un’occasione per il trasferimento di competenze e know how da un centro altamente specializzato in queste tipologie verso l’ospedale siciliano.
“Sono orgoglioso di questo progetto – ha detto il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano – sui cui abbiamo investito le nostre migliori energie negli ultimi due anni con la consapevolezza di portare a Cefalù competenze e professionalità tra le migliori in Italia. Lo scopo è triplice: offrire ai siciliani le migliori cure nella nostra regione, intercettare quelle patologie con più numerosi ‘drg di fugà, e ampliare le prestazioni offerte dal nostro ospedale. Il progetto – ha aggiunto Albano – ha una sua sostenibilità economica e i costi sono legati alle attività realizzate”. “Sarà qualcosa in più di una collaborazione – ha detto Rocco Bellantone, direttore del Centro di Chirurgia endocrina e dell’obesità del Gemelli Ircss di Roma e direttore del Governo clinico Gemelli Giglio Medical Partnership -. Quando parliamo di partnership intendiamo una vera e propria fusione fra il Gemelli e la Fondazione Giglio, creeremo una sanità d’eccellenza tesa esclusivamente ad impedire il turismo sanitario, che è un problema per l’Italia e per le regioni meridionali in particolare”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

TG News

Tg News – 26/7/2021

26 Luglio 2021 0

In questa edizione del Tg News troverete: Capitale della cultura 2024: Siracusa è tra le città candidate A luglio 14,8 milioni di italiani vanno in vacanza Covid, tornano a salire i ricoveri in reparto Green […]

Top News

Covid, Figliuolo “Obiettivo 80% vaccinati a settembre”

26 Luglio 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – “Ad agosto manterremo la media, con l’obiettivo di arrivare all’80% a settembre, siamo al 56%”. Così Francesco Paolo Figliuolo, commissario alla campagna vaccinale, durante la sua visita all’hub vaccinale Lavazza a Torino dove sono state vaccinate 95mila persone da maggio. “Ora ci stiamo concentrando su giovani e bambini – aggiunge – dobbiamo […]

[…]

Top News

Da Ferrero impegno per sostenibilità, al 2030 emissioni attività -50%

26 Luglio 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – Il Gruppo Ferrero ha pubblicato il dodicesimo Rapporto di Sostenibilità, che contiene gli aggiornamenti sui progressi compiuti in relazione ai propri obiettivi. L’azienda si è impegnata per raggiungere gli obiettivi prefissati al 2020, agendo sulla base di quattro pilastri, chiave della strategia di sostenibilità di Gruppo: protezione dell’ambiente, approvvigionamento sostenibile degli ingredienti, […]

[…]