Confedilizia a Draghi “Sostenere gli affitti e sbloccare gli sfratti”

ROMA (ITALPRESS) – Il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ha scritto al presidente del Consiglio in merito alle misure del “decreto sostegno” e alla questione del blocco degli sfratti.
“In vista degli imminenti provvedimenti del Governo a sostegno dell’economia, mi permetto di richiamare la Sua attenzione sull’opportunità di valutare l’estensione e il rafforzamento di una misura introdotta quasi un anno fa e nel tempo via via modificata, fino al suo attuale limitatissimo ambito di applicazione – scrive Spaziani Testa a Draghi -. Mi riferisco al credito di imposta per gli affitti commerciali, una previsione fortemente apprezzata da entrambe le ‘contropartì dei contratti di locazione (non a caso, insieme con noi, la sostengono le organizzazioni del commercio, dell’artigianato e della ristorazione) per la sua caratteristica di supporto equilibrato relativo ad una componente significativa dei costi fissi di molti operatori. D’altro canto, non posso non rappresentarLe la pressante richiesta di notizie – che ci giunge da tutte le famiglie di proprietari interessate – circa l’attuazione degli impegni assunti dal Governo, in Parlamento, in merito alla limitazione del blocco degli sfratti in essere dal marzo del 2020”.
“Come noto, infatti, lo scorso 20 febbraio il Ministro D’Incà, alla Camera, ha chiesto alla maggioranza che sostiene il Suo Governo – che, unanime, aveva proposto di ridurre la portata della sospensione in sede di conversione in legge del decreto ‘Milleproroghè, anticipando all’1 aprile lo sblocco degli sfratti per le morosità precedenti all’inizio della pandemia – di ritirare tutti gli emendamenti presentati, motivando tale richiesta con l’intenzione di provvedere come Esecutivo, nel giro di pochi giorni, all’attuazione di quanto previsto negli emendamenti – prosegue il presidente di Confedilizia -. A tali dichiarazioni è seguita la condivisione in aula, fra Governo e maggioranza, di uno specifico ordine del giorno. Ebbene, sono trascorsi più di venti giorni e dell’attuazione di tale impegno non si è avuta alcuna notizia. Così come non risulta – dalle anticipazioni emerse sul ‘decreto sostegnò – che il Governo stia predisponendo forme di risarcimento in favore dei proprietari che da un anno sono privi della disponibilità di beni che i giudici avevano ordinato di restituire loro, ai quali è stata sottratta una fonte di reddito (spesso l’unica) e sui quali permane l’obbligo di sostenere, oltre alle spese di manutenzione e condominiali, persino le imposte statali e locali, a partire dall’Imu. Mi rimetto a Lei, signor Presidente, affinchè il Governo possa intervenire su entrambe le questioni, importantissime per il settore immobiliare”, conclude Spaziani Testa.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Senza categoria

Catania Avellino 2-2. Lupi belli a metà

20 Ottobre 2021 0

Settimo pareggio in stagione per la squadra di Piero Braglia che pareggia al Massimino di Catania 2-2. E dopo 20 anni porta punti a casa da questa trasferta (l’ultimo pareggio nel 2001, l’ultima vittoria risale addirittura al […]

Top News

Atalanta rimontata all’Old Trafford, CR7 condanna la Dea

20 Ottobre 2021 0
MANCHESTER (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Non basta all’Atalanta un doppio vantaggio iniziale per avere la meglio sul Manchester United. All’Old Trafford sono Ronaldo e compagni a passare in rimonta per 3-2 al termine di una sfida emozionante. I bergamaschi partono bene e passano al 15′. Ilicic serve Zappacosta sulla destra che mette in mezzo un rasoterra […]

[…]

Top News

La Juve vince anche in Russia, Kulusevski stende lo Zenit

20 Ottobre 2021 0
SAN PIETROBURGO (RUSSIA) (ITALPRESS) – Tre ottimi punti quelli ottenuti dalla Juventus a San Pietroburgo grazie all’1-0 nella terza giornata del Gruppo H di Champions League. Quella contro lo Zenit si è confermata ancora una volta una sfida difficile e avara di gol così com’era già successo nel doppio confronto della stagione 2008-2009 quando i […]

[…]

Top News

Vaccino, Speranza “Valuteremo terza dose su evidenzia scientifica”

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La terza dose è stata autorizzata per gli immunocompromessi, in questo caso non si tratta di un richiamo ma di un completamento di vaccinazione primaria. Le altre categorie sono gli ultra 80enni, gli ospiti delle Rsa e i fragili di ogni età. L’evidenza scientifica ci porterà a valutare la terza dose anche […]

[…]

Ariano Irpino

Ariano Irpino, giovane precipita dal ponte della panoramica

20 Ottobre 2021 0

Un giovane di 31 anni è morto ad Ariano Irpino precipitando da un viadotto in via Maddalena. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Ariano Irpino. La salma, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stata portata […]