Cingolani “Transizione ecologica ma anche burocratica e culturale”

ROMA (ITALPRESS) – “Serve una transizione ecologica, ma anche una transizione burocratica: servono regole per operare in modo efficace ed efficiente. Se abbiamo idee fantastiche ma non gli strumenti che ci consentono di realizzarle, tutto può essere vano”. Così il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo a un evento online organizzato dall’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile. “Dobbiamo pensare al nostro futuro come Paese – ha aggiunto – e inquadrarlo in una strategia per tutto il pianeta. Siamo in una dimensione glocal, nella quale dobbiamo andare da un punto A, locale, a un punto B, globale. La vera difficoltà è stabilire il percorso da A a B e questo dipende dal livello attuale in cui ci troviamo, ovvero la crisi Covid, che è anche economica. Questo richiede una logica sostenibile in modo indolore. Le scelte che facciamo oggi cambieranno il futuro delle giovani generazioni non di domani, ma già di oggi”.
“Siamo in piena accelerazione – ha osservato il ministro -, stiamo lavorando al piano per il Recovery fund. L’Italia ha quattro target: agricoltura sostenibile ed economia circolare; rinnovabili, idrogeno e mobilità locale; efficienza energetica e riqualificazione degli edifici; tutela del territorio e risorse idriche. Per avere un pianeta e delle persone in salute e una società giusta, serve un approccio coraggioso – ha proseguito Cingolani. E per questo occorre anche una transizione culturale, da affrontare in modo compartecipato, trovando un giusto equilibrio tra istanze diverse. La sostenibilità è proprio il compromesso tra istanze diverse. Dobbiamo proteggere i nostri territori e migliorare le nostre eccellenze. Stiamo coinvolgendo tutti i ministeri – ha concluso – perchè i problemi complessi devono essere affrontati in modo non verticale. Sarà difficile soddisfare tutti ma abbiamo un’occasione unica affinchè l’Italia diventi leader nella qualità della vita e una nazione estremamente attrattiva”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

M5S “Rousseau contraria a nuovo progetto, grave ingerenza”

10 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il nuovo progetto politico è pronto per essere sottoposto al vaglio degli iscritti, che rimangono gli unici sovrani della vita futura del Movimento.L’associazione Rousseau ha mostrato evidente contrarietà a questo progetto politico, tanto da provare a frapporre ostacoli a questo nuovo percorso costituente, impedendo agli iscritti di votare e, quindi, di partecipare […]

[…]

Top News

Alarm Phone “Barca naufraga nel Mediterraneo, un morto e 23 dispersi”

10 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Altre morti alle frontiere UE. Delle 66 persone che ci hanno chiamato questa mattina solo 42 sono sopravvissute, una è morta e 23 sono i dispersi”. Lo denuncia su Twitter Alarm Phone. “Abbiamo perso il contatto alle 08.12. Non abbiamo più parole per denunciare le uccisioni del regime di frontiera #AbolishBorders”, prosegue […]

[…]

Top News

Vaccino, in Italia oltre 24 milioni di somministrazioni

10 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono oltre 24 milioni i vaccini somministrati ad oggi in Italia, secondo i dati diffusi dal ministero della Salute. Il vaccino è stato inoculato a 13.582.900 donne e 10.471.100 uomini. Sono 7.401.862 le persone a cui è già stata somministrata la prima e la seconda dose. Il maggior numero dei destinatari è […]

[…]

Top News

Covid, Di Maio “Alleggerire le misure per attrarre turisti in Italia”

10 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Oggi a Bruxelles, al Consiglio Affari Esteri, ho ribadito ai miei colleghi europei che abbiamo bisogno di un’Europa compatta, decisa, con una visione chiara. Lavoriamo su un doppio fronte, da una parte è necessario tutelare la salute dei cittadini e per questo il 21 maggio abbiamo organizzato a Roma il Global Health […]

[…]

Top News

Violenza di genere, Cartabia “Lavorare per estirpare male sociale”

10 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Desta crescente preoccupazione” la violenza di genere: a dirlo il ministro della Giustizia Marta Cartabia nel suo messaggio alla “Conferenza nazionale sul ruolo delle università nel contrario alla violenza di genere” promossa dalla Rete Accademica UN.I.RE.. Soprattutto dopo la pandemia, che ha peggiorato la situazione, “come denota l’aumento delle denunce di maltrattamenti […]

[…]