Centrodestra, Meloni “Salvini? Mi ha stupita, chiederò chiarimento”

ROMA (ITALPRESS) – “Sono abbastanza stupita. E’ un momento troppo grave per potersi permettere tatticismi esasperati o fughe in avanti. Serve grande responsabilità, da parte di tutti”, ma “se nasce un nuovo governo oggi dura tre anni, altro che ponte. Siccome non credo che in questa legislatura si possa immaginare un governo senza Pd, Cinque Stelle o Renzi, penso che non abbia molto senso nemmeno parlarne”. Così, in un’intervista al Corriere della Sera, la leader di FdI, Giorgia Meloni, quanto all’idea di Salvini di un ‘governo pontè prima del voto. Sulle precisazioni del leader della Lega, osserva: “Ho visto la correzione e mi ha parzialmente tranquillizzato, ma continuo a non capire diverse cose. Chiederò magari già domani a Matteo, quando ci vedremo per presentare le proposte unitarie del centrodestra sulla legge di Bilancio, cosa intendesse. E confido che ci chiariremo, come sempre”. Per Meloni è “un pò anomalo che – nello stesso giorno in cui noi leader del centrodestra ci sediamo a un tavolo per coordinare le posizioni – senza avvertirci, prima si facciano aperture a un governo nel quale si prende in considerazione l’ipotesi di siglare un nuovo patto con Pd o M5S con l’obiettivo di far fuori Conte per siglare un nuovo patto tra Pd e M5S, e contemporaneamente si annunci un colloquio con lo stesso Conte”.
Poi, incalza: “Per la coalizione è stato un passo indietro. Perchè aprire a un colloquio in solitaria con Conte, facendo il gioco della maggioranza, che ha come unica intenzione quella di dividerci?” Secondo Meloni “sarebbe molto meglio votare e avere poi un governo coeso con un progetto preciso che rimanere in questa situazione” ma “dividendosi non si rafforza nessuno, nè la coalizione nè il leader del partito maggiore della coalizione”.
Infine, sull’iniziativa di allargare il centrodestra anche ai piccoli, presa da Salvini, e l’ipotesi che d’ora in poi si decida “a maggioranza”, chiosa: “Certamente è un fatto positivo. Il tavolo è una buona cosa ma bisogna dimostrare di voler stare assieme nei fatti. Poi sul voto a maggioranza non so cosa si intenda, ma è chiaro che non tutti hanno lo stesso peso…”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Covid, in Italia 654.362 vaccinati

11 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 654.362 i vaccini anti-Covid somministrati in Italia. Il dato aggiornato alle 16 arriva dal ministero della Salute. E c’è anche un record regionale, quello della Campagna che ha somministrato tutte le dosi a disposizione con un rapporto del 101,7% che calcola anche le dosi extra ricavate dalle nuove siringhe ad ago […]

[…]

Top News

“Lei mi parla ancora”, arriva in tv il nuovo film di Pupi Avati

11 Gennaio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Un nuovo film italiano targato Sky Original è pronto al debutto su Sky: lunedì 8 febbraio arriva in prima assoluta su Sky Cinema e in streaming su Now Tv “Lei mi parla ancora”, scritto e diretto da Pupi Avati, una co-produzione Bartlebyfilm e Vision Distribution in collaborazione con la storica Duea Film […]

[…]

Top News

Coronavirus, 12.532 nuovi casi e 448 decessi in Italia

11 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – I nuovi casi di coronavirus in Italia scendono a 12.532 nelle ultime 24 ore, ma sono in calo anche i tamponi, che rispetto a ieri sono 91.656. Crescono invece le vittime, 448 rispetto alle 24 ore precedenti, e anche il tasso di positività che ora è al 13,6% ovvero +0,3% rispetto a […]

[…]

Top News

Governo, Conte “Lavoriamo per costruire”

11 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Noi lavoriamo per costruire, il momento è così difficile. Dobbiamo assolutamente mettercela tutta per offrire risposte ai cittadini”. Lo ha detto al Tg3 il premier Giuseppe Conte, aggiungendo che il Consiglio dei Ministri sul Recovery Plan si terrà “domani sera, dobbiamo correre”.(ITALPRESS).

[…]

Top News

Covid, Moderna avvia la distribuzione del vaccino in Europa

11 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Iniziano oggi le consegne del vaccino di Moderna contro il COVID-19 agli Stati membri dell’Unione Europea. Saranno gestite dalla società Kuehne+Nagel e partiranno dai suoi hub centralizzati in Europa.“Si tratta di un traguardo davvero emozionante, e siamo orgogliosi del ruolo che il vaccino di Moderna svolgerà nell’affrontare questa pandemia in Europa. La […]

[…]