Buffon torna a Parma “La scelta che mi emoziona di più”

PARMA (ITALPRESS) – A distanza di vent’anni Gianluigi Buffon torna a vestire la maglia del Parma, il club in cui è cresciuto consacrandosi ad alti livelli, per chiudere un cerchio aperto nel novembre del ’95. “Con questa scelta, l’unico messaggio che ho dato a me stesso, e non agli altri, è quella di conoscermi profondamente e sapere che se non ho coinvolgimento emotivo in quello che faccio, le cose non mi riescono perfettamente bene come sono abituato. Ho pensato 20 giorni tra le opportunità che avevo, finchè in una giornata mi è salito come uno starnuto, ho mandato un messaggio a mia moglie e le ho detto che saremmo andati a Parma. Lei non se lo aspettava, ma si fida di me e delle mie sensazioni. Avevo bisogno di una ventina di giorni per ricaricare le pile e fare la scelta che poteva emozionarmi di più” le parole del portiere. “Sapevo quello che mi poteva regalare il Parma, qualcosa che nessun’altra squadra poteva darmi. Sono felice dell’affetto della gente, rivedere certi posti mi fa sentire a casa. E’ un posto al quale voglio tanto bene”.
“Come è nata l’idea di venire qui? E’ nata giorno dopo giorno. Col presidente avevamo parlato a fine gara con la Juventus, ma di altre cose, e chiudendo mi disse ‘Ci verresti al Parma?’, io risposi ‘Non so se riesco a fare la B, non volevo illuderlò. Poi quando sono tornato negli spogliatoi dissi ai dirigenti della Juve che ero felice che il Parma fosse finito nella mani di Krause, ha un progetto importante. Questa cosa qui mi ha messo di buon umore e ho iniziato a riflettere su un possibile ritorno. Se ho rifiutato un’offerta del Barcellona per fare il secondo? Ho avuto due importanti opportunità, ma non mi andava più di fare il secondo, l’ho fatto alla Juventus per il legame che c’era” ha detto Buffon. “Contratto biennale? Al Parma c’è serietà e progettualità per poter costruire qualcosa di importante. Parma dopo Milan, Inter e Juve è la quarta per trofei e la sedicesima in Europa. Sta vivendo un momento difficoltà ma può avere futuro importante”. Sulla possibilità di una sua convocazione per il mondiale del 2022, Buffon è chiaro: “E’ un obiettivo, un sogno, al quale però non penso. C’è un ct (Roberto Mancini, ndr) con un gruppo da portare avanti e scelte da fare, non bisogna disturbarlo. La sfida che lancio a me stesso è questa. Se dovessi arrivarci bene, altrimenti il resto conterà poco”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Raggiunto in Cdm l’accordo sulla riforma della giustizia

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ stato raggiunto in Consiglio dei ministri l’accordo tra i partiti della maggioranza sulla sulla riforma della Giustizia predisposta dalla ministra Cartabia. Dopo unlunga trattativa, sono state superate dunque le perplessità del M5s circa l’improcedibilità sul reato di aggravante mafiosa nel proesso penale. La riforma, ha commentato il segretario PD Enrico Letta, […]

[…]

Top News

Covid, in Italia 19 decessi e 6.171 nuovi casi

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ancora un nuovo balzo dei contagi Covid in Italia. I nuovi casi sono 6.171, in crescita rispetto ai 5.696 registrati ieri questo nonostante un numero inferiore di tamponi processati, 224.790, che fa salire il tasso di positività al 2,74%. Tornano ad aumentare i decessi, 19 (+4 rispetto a ieri). I guariti sono […]

[…]

Top News

Giustizia, Durigon “Su riforma stiamo mediando, troveremo soluzione”

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Stiamo mediando, Giulia Bongiorno insieme a Matteo Salvini sta cercando di trovare soluzioni sulla riforma della giustizia”. A parlare è Claudio Durigon, Sottosegretario all’Economia, esponente della Lega, intervistato da ClaudioBrachino per la rubrica “Primo Piano” dell’Agenzia Italpress.Al centro del dibattito i reati legati a mafia, stupro e droga su cui “punire immediatamente […]

[…]

Top News

Bagarre sul Green pass alla Camera, seduta sospesa dopo protesta Fdi

29 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Bagarre alla Camera dei deputati dove la seduta è stata sospesa dal vicepresidente Fabio Rampelli, di turno alla guida dell’aula. A protestare i suoi colleghi di Fratelli d’Italia per il respingimento della pregiudiziale sul Dl Covid che prevede disposizioni sull’obbligo del Green Pass per lo svolgimento di alcune attività. Fdi chiedeva il […]

[…]