Arcuri “11 milioni di mascherine al giorno per studenti e docenti”

ROMA (ITALPRESS) – “Il 28 agosto è iniziata la distribuzione alle scuole italiane dei banchi e delle sedute acquisiti dal Commissario per l’emergenza Covid-19 per soddisfare il fabbisogno straordinario di oltre due milioni e quattrocento mila banchi (di cui circa 2,007 milioni di banchi tradizionali e 434 mila sedute innovative), secondo le tipologie e dimensioni da Voi richieste al Ministero dell’Istruzione, al fine di assicurare l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico”. Comincia così la lettera che il Commissario straordinario per l’Emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, ha inviato a tutti i dirigenti scolastici, in cui sono evidenziati i criteri e la tempistica della fornitura dei dispositivi e delle attrezzature necessari per la riapertura in sicurezza della scuola. “La distribuzione dei banchi, delle mascherine e del gel igienizzante è già in corso – prosegue la lettera -. La distribuzione dei banchi è stata avviata partendo da alcuni luoghi simbolici, particolarmente colpiti nel corso della prima fase della pandemia, come Codogno, Alzano, Nembro, le città di Bergamo, Brescia, Piacenza e Treviso, e sta continuando sull’intero territorio nazionale”.
Sul fronte dei dispositivi di protezione individuale (Dpi) “si provvederà a continuare a distribuire 11 milioni di mascherine chirurgiche al giorno, per la totalità degli studenti e del personale docente e non docente, nonchè 170.000 litri di gel igienizzante per settimana”. Questa misura di prevenzione applicata in Italia “non ha eguali in alcun altro Paese”, ha spiegato Arcuri.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Top News

Cambia la mappa dei colori, da domani Campania in zona arancione

18 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Campania “promossa” in zona arancione, Puglia, Valle d’Aosta e Sardegna uniche Regioni ancora rosse. Questa la nuova cartina dell’Italia a colori a partire da domani, lunedì 19 aprile, in seguito alle ordinanze firmate dal ministro della Salute Roberto Speranza e che registrano una lenta decrescita dell’epidemia, con l’indice Rt nazionale sceso a […]

[…]