Allegri “Juve-Milan più importante per loro che per noi”

TORINO (ITALPRESS) – “E’ sempre Juve-Milan, una delle partite più importanti se non la più importante del campionato. Dobbiamo fare una bella prestazione e dare seguito a quello che abbiamo fatto in Champions. Troviamo una squadra che da un anno e mezzo gioca molto bene, che ha acquisito autorevolezza, sicurezza, hanno delle certezze importanti. Noi stiamo crescendo, negli ultimi 7-8 giorni siamo stati insieme e questo ci fa ben sperare per la partita di domani, che è molto più importante per loro che per noi”. Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida dell’Allianz Stadium fra Juventus e Milan, posticipo domenicale della quarta giornata di serie A, prova a scaricare la pressione sui rossoneri. Nessun indizio sulla formazione (“Ho tre dubbi, uno per reparto”), il tecnico bianconero ammette che “i risultati non sono stati direttamente proporzionali alle prestazioni, potevamo avere dei punti in più ma così non è stato. Dobbiamo crescere tutti insieme, io devo conoscere loro ma la squadra sta lavorando bene e domani bisogna fare una partita tecnica, migliorare su precisione e velocità dei passaggi. Il Milan è in fiducia, a Liverpool hanno fatto una bella gara e dimostra che hanno personalità e non hanno paura di giocare le partite, serviranno pazienza e poca fretta”. Un solo punto nelle prime tre giornate di campionato non preoccupa Allegri. “Il primo bilancio lo faremo alla sosta di novembre, con 12 partite di campionato e 4 di Champions alle spalle, ma penso che lì saremo in una posizione diversa. E’ un campionato molto equilibrato, non c’è una squadra di valore assoluto che può schiacciare il campionato. Si fa presto a perdere dei punti ma si può fare presto anche a recuperarli. Dobbiamo continuare a lavorare e recuperare il terreno che abbiamo perso all’inizio. Non è che prima di Malmoe eravamo ubriachi e scarsi e ora siamo dei fenomeni. Ci vuole equilibrio, dobbiamo continuare a lavorare e migliorare e soprattutto avere l’ambizione di arrivare a essere i migliori. La Juve è una squadra che deve giocare non per vincere le partite ma i campionati, perchè le partite le vincono tutti, i campionati una, la migliore”.
(ITALPRESS).

Ultimi Articoli

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]

Top News

Letta “Il voto rilancia il Pd e rafforza il Governo”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd oggi è rilanciato, vince ovunque queste elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, dalla sede del Nazareno, commentando i risultati dei ballottaggi.“Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi, perchè si sono saldati e hanno […]

[…]

Attualità

Furbetti all’Asl di Avellino, 27 condanne

18 Ottobre 2021 0

Ventisette condanne e sei assoluzioni nel processo di primo grado nei confronti di 33 dipendenti ed ex dipendenti della Asl di Avellino accusati di assentarsi dal lavoro dopo aver “strisciato” il badge. Il giudice monocratico, […]

Top News

Covid, 1.597 nuovi casi e 44 decessi in 24 ore

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Secondo il bollettino del ministero della Salute, i nuovi positivi sono 1.597 (rispetto ai 2.437 del 17 ottobre). I tamponi processati sono 219.878 che portano il tasso di positività a 0,73%. Oggi si registrano 44 decessi (ieri erano 24). I guariti sono 2.756 mentre per gli attualmente positivi si registra un decremento […]

[…]

Top News

Lo Russo nuovo sindaco di Torino “Risultato entusiasmante”

18 Ottobre 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – Stefano Lo Russo è il nuovo sindaco di Torino. Al ballottaggio per le comunali il candidato del centrosinistra è in testa con il 59,2 dei voti (proiezione Opinio Rai) mentre Paolo Damilano (centrodestra) si ferma al 40,8. “Il risultato è entusiasmante, va oltre le aspettative, e ci responsabilizza” commenta Lo Russo. “Ringrazio […]

[…]