Tentata aggressione al termine di Scandone-Salerno: diffidato un ultras

Dopo le emissioni di Daspo nei confronti di alcuni tifosi dell’Avellino, in occasione delle gare contro Catania e Reggina disputate al Partenio-Lombardi, la Questura di Avellino si è ripetuta nei riguardi di un tifoso salernitano, ritenuto responsabile di violenza e minacce poste in essere durante l’incontro di basket Scandone Avellino – Virtus Arechi Salerno, disputatosi lo scorso 16 ottobre, al PalaDelMauro.

Al termine dell’incontro, peraltro già caratterizzato da cori e provocazioni tra le opposte tifoserie, nei pressi della biglietteria dell’impianto sportivo, alcuni tifosi ospiti, armati di cinture per pantaloni, raggiungevano un gruppo di tifosi irpini e solo il tempestivo intervento delle Forze di Polizia riusciva ad evitare che le opposte fazioni venissero a contatto.

Gli accertamenti svolti dal personale del Gabinetto di Provinciale di Polizia Scientifica e dal personale della DIGOS, hanno consentito di identificare uno tra i tifosi salernitani più esagitati. Tenuto conto del grado di pericolosità sociale, comprovato da precedenti specifici, al soggetto è stato notificato il provvedimento di divieto di accesso agli stadi per 6 anni e di divieto di accesso ai palazzetti dello sport per 5 anni, con la prescrizione dell’obbligo di firma presso la Questura di Salerno dieci minuti dopo l’inizio delle competizioni sportive che vedono impegnata la Virtus Arechi Basket di Salerno.

Ultimi Articoli