Taccone: “Volevo la B, ho rifiutato Lega Pro e soldi. Ricorro al Consiglio di Stato”

Walter Taccone è stato messo alla porta dai tifosi dell’Agropoli, a pochi giorni dal suo insediamento nel club cilentano, attraverso la nomina di tre soci a lui legati: il commercialista Siciliano, Francesco Bisogno e il dottor Lino Vuolo.

Taccone, infatti, essendo ancora presidente e proprietario dell’Avellino Calcio, ex U.S. Avellino 1912, non può comparire nell’organigramma societario dell’Agropoli, appena ripescato in Serie D.

L’incertezza e i dubbi legati alla sua presenza nel Cilento hanno portato all’aspra contestazione subita ieri pomeriggio nell’aula consiliare del Comune di Agropoli, dove Taccone, in compagnia di Bisogno e di Domenico Cerruti, presidente della società, era impegnato a disquisire sui punti programmatici della nuova stagione.

Taccone avrebbe dovuto, il condizionale è d’obbligo alla luce del suo addio polemico dalla riunione, impegnarsi nell’allestimento della rosa e nella scelta dell’allenatore, visti – come da lui dichiarato – gli ottimi rapporti allestiti negli anni con i presidenti di Serie A e Serie B.

Ma Taccone è tornato anche a parlare di Avellino Calcio, rivelando di avere inoltrato ricorso al Consiglio di Stato contro la mancata partecipazione allo scorso campionato di Serie B, a causa della fideiussione giudicata irregolare dalla Figc, dal Coni e dal Tar Lazio.

“Ho perso 14 milioni di euro di calciatori, 10 milioni per il titolo della Serie B e almeno 4 milioni di sponsor già firmati, per un pezzo di carta. Come risarcimento danni mi avevano offerto la Lega Pro e un indennizzo economico, ma mi sono incaponito sulla Serie B e ho perso i ricorsi. La mia società è regolarmente affiliata alla Figc e non è mai fallita. I poteri forti hanno agito contro l’Avellino. Ho fatto ricorso al Consiglio di Stato, vediamo come andrà a finire”.

Ultimi Articoli

Attualità

Pratola Serra, il Tar conferma lo scioglimento del comune

5 Gennaio 2022 0

Il provvedimento di scioglimento per forme d’ingerenza della criminalità organizzata del Comune di Pratola Serra, centro di meno di 4 mila abitanti alle porte di Avellino indicato come la città dei motori, “deve ritenersi pienamente […]

Attualità

Tamponi positivi, niente panico

5 Gennaio 2022 0

Il presidente dell’ordine dei medici della provincia di Avellino Franco Sellitto fa chiarezza sui dati relativi all’indice di positività dei tamponi analizzati sul territorio. Il responsabile della protezione civile regionale Italo Giulivo nel corso dell’intervista […]

Attualità

Covid in Irpinia: altri 591 positivi

4 Gennaio 2022 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 2.732 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 591 persone: – 8, residente nel comune di Aiello del Sabato; – 9, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 32, residenti […]