Scandone, ancora brutte notizie: messa in mora e rischio penalizzazione

Il 2020 è iniziato come peggio non poteva per la Scandone Avellino. La FIP ha messo in mora il club per il mancato pagamento di 8500 euro all’ex assistant coach Francesco Cavaliere.

La Scandone e, quindi, la Sidigas, avranno tempo fino al 10 gennaio per risolvere la questione, attraverso un bonifico intestato all’ex tesserato, altrimenti la federazione procederà a penalizzare di un punto la squadra di De Gennaro che, di punti, ne ha racimolati appena 6.

Ma la Scandone rischia la perdita dell’affiliazione alla FIP, difesa strenuamente la scorsa estate, se entro il 30 giugno non dovesse mettere a posto la situazione. Inoltre, sul club pendono altre mannaie relative ai lodi ancora attivi (circa 50mila euro) di Ariel Filloy e di due membri del vecchio staff tecnico: Papa e Maffezzoli, quest’ultimo coach nella seconda parte della passata stagione al posto dell’esonerato Vucinic.

Ultimi Articoli