San Tommaso retrocesso in Eccellenza: Cucciniello inveisce contro l’avellinese Sibilia

Domani avremo il Consiglio Direttivo della LND. Faremo le nostre valutazioni, nessuno potrà essere scontento“, ha detto ieri Cosimo Sibilia, in un’intervista concessa a Radio Punto Nuovo.

Non la pensa così il San Tommaso, retrocesso in Eccellenza dallo stesso Consiglio Direttivo che non avrebbe dovuto scontentare nessuno.

Trentasei squadre sono state retrocesse senza appello, con diverse giornate ancora da giocare in Serie D: a inizio giugno la Figc ratificherà quanto deciso oggi, spedendo queste realtà nel massimo campionato regionale.

Tra cui il San Tommaso, penultimo in classifica ma ancora in corsa per la salvezza diretta o attraverso i playout.

Pur senza fare nomi, il dirigente dei grifoni Annino Cucciniello se l’è presa con il presidente della LND, l’avellinese Cosimo Sibilia.

Hai dichiarato giorni fa “nessuno o pochi resteranno delusi”, illudendo chi era in bilico. Oggi ti sei superato, hai partorito una delle più grosse cazzate della storia del calcio italiano.

Cosa non si fa per una poltrona. Vergognatevi avete fatto più morti voi in due ore che il Covid in due mesi. Siete voi il vero virus del calcio. Un cancro senza cura”, ha scritto Cucciniello sulla sua pagina Facebook.

Sibilia e il Consiglio Direttivo della Serie D hanno, dunque, accontentato Gravina, contrario al blocco delle retrocessioni, tra l’altro deciso dall’assemblea di Lega Pro, il cui volere è stato, per il momento, ribaltato proprio dal presidente federale.

Ultimi Articoli