San Tommaso Calcio stordito dal Palermo: 3-0 dopo mezz’ora, il finale è 3-2

di Emanuele de Girolamo

Dinanzi ai 16.735 spettatori presenti al “Barbera” per la prima in casa del Palermo, il San Tommaso esce sconfitto per 3-2

Battuta di arresto resa meno evidente nel punteggio per la matricola della serie D, per le due reti registrate nella ripresa.

Al cospetto di una nobile decaduta come il Palermo, destinato a vincere il campionato, il San Tommaso Avellino s’è trovato in svantaggio per 3-0 dopo neanche mezz’ora di gioco.

Al 9′ è passato in vantaggio il Palermo con il bomber Giovanni Ricciardo che si è sbloccato appoggiando il pallone in rete su assist di Mario Alberto Santana.

Al 23′ è arrivato il raddoppio dei rosanero con Erdis Kraja abile e seguire la ribattuta per piazzare il sinistro rasoterra in rete. Sulle ali dell’entusiasmo, il Palermo ha fatto il tris ancora con Ricciardo al 26′ su assist di Emanuele Vaccaro.

La prima frazione di gioco si è chiusa per 3-0, con un Palermo più che convincente.

Nella ripresa, al 25′ ha accorciato le distanze il San Tommaso con la rete di Tedesco, che ha colpito con un fantastico mancino che ha sbattuto sulla traversa prima di entrare in rete.

Nel finale, il Palermo ha realizzato una sfortunata autorete del neo entrato Andrea Accardi che non ha spento l’entusiasmo del pubblico rosanero.

Applaudito a fine gara il San Tommaso che tributa un saluto ai tifosi rosanero sotto la curva nord.

Palermo San Tommaso 3-2

Marcatori: 8′ pt Ricciardo (P) 23′ pt Kraja (P) 27′ pt Ricciardo (P) 24′ st Tedesco (S) 49′ st Aut. Accardi (S).

PALERMO (4-3-3): Pelagotti ; Doda  Lancini  Crivello  Vaccaro; Martinelli Martin ; Kraja  (43′ st Langella); Felici Ricciardo (47′ st Accardi ) Santana  (26′ st Ficarrotta). A disp. Fallani, Bechini, Ambro, Lucera, Mauri, Peretti. All. Pergolizzi.
SAN TOMMASO (4-3-3): Casolare; Colarusso  Pagano  Gambuzza  Lambiase  (13′ st Falivene ); Alleruzzo Acampora Maranzino (1′ st Kassim); Tedesco  (33′ st Samake) Branicki (1′ st Varricchio) Sabatino (1′ st Massaro). A disp. Pezzella, Cucciniello, Tiberio, Marciano. All. Liquidato.
Arbitro: Tesi di Lucca.
Note: Angoli 5-3 per il Palermo. Ammonito: Colarusso (S) per gioco falloso. Recupero pt 2′, st 4′.

Ultimi Articoli

Top News

Ue, Gentiloni “Adattare il Patto di Stabilità agli investimenti”

20 Ottobre 2021 0
BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – Il Patto di Stabilità “ha ottenuto risultati ambivalenti. Da un lato è stato uno strumento unico per coordinare le politiche di bilancio e tenere sotto controllo il deficit. Dall’altro vi sono questioni aperte, a cominciare dalla complessità delle regole e dalla loro tendenza pro-ciclica. Inoltre, dobbiamo capire come poterle adattare alle […]

[…]

Top News

Ue, Dombrovskis “Il Patto di Stabilità ha funzionato”

20 Ottobre 2021 0
BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – “Il Patto di stabilità, in base alla nostra valutazione, ha funzionato bene, ha abbastanza flessibilità come la crisi ha dimostrato: siamo stati capaci di attivare la clausola di salvaguardia e di fornire uno stimolo fiscale molto considerevole all’economia ma ci sono alcuni elementi che vanno affrontati. Bisogna assicurare una riduzione del […]

[…]

Top News

Consiglio dei Ministri approva la Manovra di bilancio 2022

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha approvato il “Documento programmatico di bilancio per il 2022”, che illustra le principali linee di intervento che verranno declinate nel disegno di legge di bilancio e gli effetti sui principali indicatori macroeconomici e di finanza pubblica. Il documento, in via di trasmissione alle autorità europee ed al […]

[…]

Top News

Amministrative, Salvini “Non abbastanza bravi a costruire alternativa”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Nelle grandi città abbiamo perso l’occasione di cambiare, abbiamo sbagliato noi, non siamo stati abbastanza bravi a costruire un’alternativa”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, ai microfoni di ‘Fuori dal Corò su Rete 4, commentando gli esiti delle elezioni amministrative. Poi lancia una stoccata al segretario del Pd Enrico Letta sull’astensionismo: […]

[…]