Playoff Serie C, è 1-1 tra Padova e Avellino. Grande attesa per il ritorno al “Partenio”

Nella serata di domenica 6 giugno è andata in scena l’andata per i Playoff di Serie C tra Padova e Avellino.

La gara è stata molto combattuta da parte delle due formazioni, con un pari per 1-1 che lascia ancora tutto aperto per il ritorno che si giocherà il 9 giugno in Campania.

I favoriti alla vittoria dei primi 90 minuti erano i biancorossi, secondo le statistiche e i bookmakers che non si occupano solo di siti scommesse europei, ma anche della promozione in Serie B. L’Avellino ha saputo ribaltare i pronostici acciuffando il pari nella ripresa e resistendo all’offensiva del Padova.

Finisce quindi in parità il big match dell’Euganeo, che sa di finale anticipata, tra Padova e Avellino. Partita, come detto prima, molto combattuta e giocata anche sul filo dei nervi, come dimostrato da diversi botta e risposta tra i due allenatori Andrea Mandorlini e Piero Braglia. Nel primo tempo la sblocca il Padova al 37′ con Kreisc, dopo un paio di occasioni del vivace Ronaldo. È proprio il brasiliano che dalla bandierina lancia un assist per il compagno di squadra croato, infilando di testa il portiere avversario.

La rete siglata nell’andata dei Playoff è la terza stagionale per il difensore croato, arrivato in prestito dall’Atalanta.

Nella ripresa l’allenatore dei Lupi decide di cambiare assetto: esce Laezza, difensore, per
lasciare spazio all’attaccante Fella. La formazione ha qualche scompenso per colpa del cambio, ma la mossa da ragione a Braglia. A inizio ripresa, precisamente dopo solamente quattro minuti di gioco, arriva il pari dell’Avellino.

L’arbitro della serata, Cosso, assegna un calcio di rigore per braccio largo di Della Latta su
Maniero. Forti le proteste dei biancorossi, ma l’arbitro è categorico sulla sua decisione e assegna il rigore.

È lo stesso Maniero che si fa carico di tirare dagli 11 metri, facendo, però, parare il rigore da Dini, ex di turno, ma sulla ribattuta va in gol di testa.

Sul versante opposto il Padova recrimina un calcio di rigore per una spinta di Tito su Chiricò, ma Cosso dice che è tutto regolare e che si può continuare a giocare.

Nel finale del big match i padroni di casa dominano, creando più occasioni rispetto agli avversari: in un paio di circostanze è bravo Pane, mentre allo scadere Curcio fallisce sotto misura la deviazione vincente.

Ora la sfida di ritorno si giocherà mercoledì alle 17.30 al Partenio-Lombardi: Braglia non avrà Ciancio e Carriero, mentre ritroverà anche Illanes, Aloi e Adamo. Dei cinque diffidati del Padova, nessuno è finito sulla lista dei cattivi.

3

Quali sono le combinazioni per capire chi passerà il turno e accederà in finale?

Queste sono le combinazioni possibili:
L’Avellino passa il turno se vince con qualsiasi risultato;
Il Padova passa il turno se vince con qualsiasi risultato;
In caso di pareggio, con qualsiasi risultato, NON valgono i gol in trasferta e NON vale più la classifica della stagione regolare.

Dunque si giocano i tempi supplementari ed eventualmente i rigori per decidere chi sarà la finalista.

Ultimi Articoli

Top News

Salvini “No al blocco dei licenziamenti per i settori che crescono”

7 Giugno 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sul blocco dei licenziamenti con il premier c’è “assoluta sintonia”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini rispondendo ai giornalisti al termine dell’incontro con il presidente del Consiglio Mario Draghi a Palazzo Chigi. “Quindi – ha aggiunto – i settori che corrono, che crescono e che hanno bisogno di assumere […]

[…]

Top News

Covid, 1.273 nuovi casi e 65 decessi in 24 ore

7 Giugno 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 1.273 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri erano stati 2.275) a fronte di 84.567 tamponi effettuati, determinando un tasso di positività dell’1,5%. E’ quanto riporta il bollettino del ministero della Salute. I decessi sono stati 65 nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 51 registrati ieri.I guariti sono […]

[…]

Top News

E’ morto Guglielmo Epifani, aveva 71 anni

7 Giugno 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ morto all’età di 71 anni Guglielmo Epifani, ex segretario generale della Cgil e leader del Pd, e attualmente deputato di Liberi e Uguali.Epifani è nato a Roma il 24 marzo del 1950 da genitori di origine campana. Nel 1953 la famiglia si trasferì a Milano per poi tornare nella Capitale. Nel […]

[…]