E’ nata Zoe: ha aspettato l’arrivo di papà Bryan Cabezas in Ecuador

Ha aspettato che il suo papà giungesse all’Hospital Bravo di Quevedo per nascere. Bryan Cabezas  era partito da Milano Malpensa mercoledì mattina, il giorno successivo alla partita pareggiata dall’Avellino ad Empoli. Circa 20 ore di volo intercontinentale per giungere alla capitale dell’Ecuador, quindi altre due ore di viaggio in auto per arrivare a destinazione. Il calciatore dell’Avellino ha avuto appena il tempo di recuperare qualche ora di sonno, a causa del diverso fuso orario, per essere quindi vicino alla sua compagna che questo pomeriggio ha dato alla luce la primogenita. E’ stato scelto il nome Zoe, che significa Vita. Qualche giorno al capezzale delle sue due donne, poi Cabezas ripartirà per l’Italia mantenendo la promessa fatta: essere pronto a giocare il derby di Salerno. Auguri bryan!

 

Ultimi Articoli

Top News

Di Maio “Da Renzi gesto irresponsabile, strade ora divise”

14 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Mentre il Paese attraversa uno dei momenti più bui della sua storia ieri Matteo Renzi ha scelto di ritirare i suoi ministri aprendo l’ennesima crisi di governo. Il mondo – aggiunge – ci sta guardando e purtroppo non possiamo andarne fieri”. Lo scrive su facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.“Nell’anno […]

[…]

Top News

Superbonus 110%, Bper e Conflavoro Pmi insieme a sostegno delle imprese

14 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Gruppo BPER Banca (BPER Banca e Banco di Sardegna) e Conflavoro PMI hanno sottoscritto nei giorni scorsi un accordo di collaborazione che li impegna reciprocamente ad assistere le imprese interessate alla misura governativa del cosiddetto Superbonus 110%, introdotta dal Decreto Rilancio.In particolare, il Gruppo BPER Banca si impegna a mettere a […]

[…]

Top News

Renault, il nuovo piano punta su electric vehicles e tecnologia

14 Gennaio 2021 0
PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) – “Il nostro piano ha basi solide”. Così Luca De Meo, Ceo di Renault da un anno, ha riassunto il nuovo piano strategico del costruttore francese al 2025, che trasformerà il gruppo. La “Renaulution” passerà da una riduzione della produzione a 3,1 milioni di vetture l’anno, rispetto ai 3,9 milioni del 2020. […]

[…]