L’Avellino batte il Palermo: è tra le 8 finaliste e accarezza il sogno della B

Una partita sofferta, combattuta ma vinta: un successo per 1-0, lo stesso risultato ottenuto all’andata dal Palermo che stavolta s’è inchinato rispetto a un Avellino rabbioso, determinato, combattivo.

La partita ha offerto poche emozioni ma è apparsa palpabile la tensione vissuta in campo dai protagonisti, pari a quella delle migliaia di tifosi irpini che hanno seguito l’incontro in diretta tv.

Gara decisa da una rete di Santo D’Angelo, palermitano doc, già a bersaglio nella gara di ottobre alla Favorita: in quella occasione alzò le mani quasi a scusarsi per la realizzazione sul campo dove era stato giovanissimo raccattapalle. Stavolta ha esultato senza contenersi dopo avere infilato la palla alle spalle di Pelagotti: “Sono stato assai criticato dai palermitani e allora ho dimostrato cosa so fare”, ha poi spiegato il motivo di tanta gioia per quella realizzazione per nulla facile.

Il gol decisivo al 34′ quando Maniero se n’è andato sulla destra, superando in dribbling Marconi e Lancini per appoggiare al centro dell’area dove D’Angelo, sbarazzatosi di Accardi, ha piazzato la palla in rete. 

Domani i sorteggi per decidere le gare del prossimo turno.

Alessandria, Padova, Sudtirol e Catanzaro saranno le teste di serie, le altre qualificate sono Avellino, Albinoleffe, Renate e Feralpisalò.

L’Avellino conoscerà domani la squadra da affrontare domenica 30 maggio al “Partenio-Lombardi” mentre le gare di ritorno si giocheranno mercoledì 2 giugno: l’avversario sarà uno tra Alessandria, Padova, Sudtirol e Catanzaro.

Avellino-Palermo 1-0

AVELLINO (3-5-2): Forte; Laezza, Dossena, Illanes; Ciancio, Carriero, Aloi, D’Angelo (43′ st Adamo), Tito; Fella (46′ st Bernardotto), Maniero (43′ st Santaniello). A disp.: Pane, Leoni, Rizzo, M. Silvestri, De Francesco, Errico, Rocchi, Adamo, L. Silvestri. All.: Braglia.

PALERMO (3-4-2-1): Pelagotti; Marong (14′ st Saraniti), Lancini (43′ st Doda), Marconi; Accardi, De Rose, Luperini, Valente; Santana (14′ st Silipo), Floriano; Kanoute (36′ st Almici). A disp.: Fallani, Corrado, Palazzi, Crivello, Martin, Peretti, Odjer, Broh. All.: Filippi.

ARBITRO: Zufferli di Udine.

3

Guardalinee: Lattanzi-Basile.

Quarto uomo: D’Ascanio.

MARCATORE: 34′ pt D’Angelo.

NOTE: gara a porte chiuse. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Tarcisio Burgnich. Ammoniti: Fella, Aloi, Marconi. Angoli: 4-3 per l’Avellino. Recupero: 0′ pt, 5′ st.

Ultimi Articoli

Top News

A giugno migliora la fiducia di consumatori e imprese

25 Giugno 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – A giugno 2021 l’Istat stima un marcato aumento sia dell’indice del clima di fiducia dei consumatori (da 110,6 a 115,1) sia dell’indice composito del clima di fiducia delle imprese (da 107,3 a 112,8). Tutte le componenti dell’indice di fiducia dei consumatori sono in crescita seppur con intensità diverse: il clima economico e […]

[…]

Top News

Casaleggio “I principi del M5S non sono più chiari”

25 Giugno 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Movimento 5 Stelle si sta trasformando in qualcos’altro in questi ultimi anni. I principi del Movimento erano ben chiari, ora non lo sono più. Ancora non ho capito le idee di Conte sul Movimento, non capisco perchè tenga così segreto il suo Statuto. Non è con uno statuto che si fa […]

[…]

Top News

Covid, 175 mila contagi sul lavoro dall’inizio della pandemia

25 Giugno 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Rispetto alle 171.804 denunce rilevate dal monitoraggio precedente del 30 aprile 2021, i casi in più sono 3.519 (+2,0%), di cui 757 riferiti a maggio, 960 ad aprile, 541 a marzo, 249 a febbraio e 273 a gennaio di quest’anno, 201 a dicembre, 297 a novembre e 183 a ottobre 2020, mentre […]

[…]

Top News

Ermini “Serve una svolta sulla giustizia, Parlamento faccia le riforme”

25 Giugno 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La delegittimazione della magistratura crea effetti gravissimi, perchè significa delegittimare uno dei cardini della democrazia liberale”. Lo afferma in un’intervista al Corriere della Sera David Ermini, vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura.“Uno degli errori che abbiamo commesso è stato accorgersi troppo tardi di quanto stava montando nell’opinione pubblica la sfiducia verso la […]

[…]

Top News

Dall’1 luglio in libreria e negli store digitali “La mafia che canta”

25 Giugno 2021 0
PALERMO (ITALPRESS) – Dall’1 luglio sarà disponibile in libreria e negli store digitali “La mafia che canta – i neomelodici, il loro popolo, le loro piazze” (Zolfo Editore, www.zolfoeditore.it), il nuovo libro di Calogero Ferrara, magistrato ora alla neonata Procura europea, e di Francesco Petruzzella, saggista e studioso di fenomeni criminali, che analizza la relazione […]

[…]