Documenti non presentati alla Covisoc: Mauriello fa deferire l’Avellino

La Covisoc ha segnalato al Procuratore Federale un’irregolarità amministrativa compiuta da Claudio Mauriello, deferendo l’Avellino e il suo ex presidente del Consiglio d’Amministrazione, al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare.

Si legge nel dispositivo: il Sig. Mauriello Claudio, presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante protempore della Società U.S. Avellino 1912 S.r.l., all’epoca dei fatti, ha violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver prodotto alla Co.Vi.So.C., entro a data del 30 novembre 2019, la relazione contenente il giudizio della società di revisione a corredo della situazione patrimoniale intermedia al 30/09/2019. In relazione a poteri e funzioni dello stesso, risultanti dagli atti acquisiti come trasmessi dalla Lega competente e ai periodi di svolgimento degli stessi.

Per tale motivo, l’Avellino dovrà rispondere a titolo di responsabilità diretta per “il comportamento posto in essere dal sig. Mauriello Claudio, presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante protempore della società all’epoca dei fatti”.

L’Avellino, difeso dagli avvocati Chiacchio e Calò, sarà chiamato a difendersi nel corso dell’udienza in programma giovedì a Roma. In caso di condanna, il club subirebbe al massimo un’ammenda, stesso discorso per Mauriello.

Ultimi Articoli