Uragano Han, Perugia show. Ok Avellino, Palermo e Frosinone. Pari Empoli

Dopo l’anticipo di ieri tra Parma e Cremonese, vinto dagli emiliani 1-0, la prima giornata del campionato 2017-2018 della Serie B ConTe.it ha offerto stasera il suo menù più ricco.

In evidenza il successo esterno del Perugia, che travolge in trasferta la Virtus Entella 5-1. Grande protagonista nelle file degli umbri il giovane nordcoreano Han, di proprietà del Cagliari, autore di una tripletta (9′, 40′ e 85′). Alla festa dei gol degli ospiti partecipano anche Cerri su rigore (13′) e Colombatto (43′). I liguri, a segno con Troiano su rigore al 19′, non riescono a sfruttare la superiorità numerica dovuta all’espulsione di Brighi al 61′.

Primi tre punti nella serie cadetta per il Palermo di Bruno Tedino, che regola 2-0 lo Spezia. Al ‘Barbera’ sono decisive le reti di Trajkoski al 10′ e di Nestorovski al 53′.

Vince con lo stesso risultato anche il Frosinone, che passa in casa della Pro Vercelli. Apre le marcature al 16′ Dionisi, che viene espulso al 57′. I ciociari riescono a comunque a raddoppiare con la rete di Paganini all’83’.

Successo di misura invece per il Carpi, cui basta il gol di Malcore dopo appena quattro minuti per fare bottino pieno in casa contro il Novara. Nel finale un improvviso blackout ha portato all’interruzione per qualche minuto del match.

Parte con un pari l’avventura stagionale dell’Empoli: i toscani escono con un punto da Terni (1-1). Umbri avanti al 15′ con Finotto, replica degli ospiti firmata da Krunic al 37′.

Pari anche per il Venezia di Filippo Inzaghi, che sbatte sul muro della Salernitana: è 0-0.

Il Brescia si arrende ad Avellino (2-1): le Rondinelle passano in vantaggio con il penalty di Caracciolo prima del’intervallo. Nella ripresa gli irpini falliscono un rigore con Castaldo, ma riescono comunque nella rimonta con le reti di Ardemagni (71′), con gli ospiti in dieci per l’espulsione di Ndoj, e ancora Castaldo (85′), che riscatta l’errore precedente.

Buona la prima anche per il Cittadella, che supera 3-2 l’Ascoli. Sono i marchigiani ad aprire le danze con Santini (11′), poi i veneti si scatenano con Schenetti (22′), Koumane (36′) e Siega (44′). Nella ripresa gli ospiti accorciano con Rosseti (78′) ma la rimonta non si completa.

Ultimi Articoli

Top News

Afghanistan, decine di morti a Kabul in attentati dell’Isis

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – L’orrore tra i disperati di Kabul. La morte che divora e inghiotte la vita di afghani che speravano di imbarcarsi su un aereo sognando la libertà. Due esplosioni quasi contemporanee, la prima a ridosso dell’aeroporto, la seconda nei pressi di un hotel in cui da qualche giorno si raggruppano i cittadini che […]

[…]

Top News

Durigon si dimette, “Mai fascista, commesso errori e mi scuso”

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Un processo di comunicazione si valuta non in base alle intenzioni di chi comunica, ma al risultato ottenuto su chi riceve il messaggio: è chiaro che, nella mia proposta toponomastica sul parco comunale di Latina, pur in assoluta buona fede, ho commesso degli errori. Di questo mi dispiaccio e, pronto a pagarne […]

[…]

Top News

Tpl, Regioni rivedranno piani gestione e servizi entro 2 settembre

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Per definire i diversi aspetti necessari per organizzare al meglio il servizio di trasporto pubblico locale in vista della riapertura delle scuole e della ripresa delle attività, i ministri Mariastella Gelmini (Affari Regionali) ed Enrico Giovannini (Infrastrutture e Mobilità Sostenibili) hanno incontrato i presidenti delle Regioni e delle Province autonome. Nell’incontro sono […]

[…]

Top News

Incendi, da Consiglio dei ministri ok a stato emergenza per 4 regioni

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per Sicilia, Sardegna, Calabria e Molise regioni maggiormente colpite dagli incendi. Lo ha annunciato, su Facebook, il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini. “L’estate ha visto molti territori colpiti da incendi, prevalentemente dolosi. E allora il primo provvedimento […]

[…]