Spagna-Italia, chiamata per la finale europea. Di Biagio: “Impresa possibile”

E’ stata la finale del Campionato Europeo giocato nel 2013 in Israele. Era il 18 giugno quando, a Gerusalemme, Italia e Spagna si sono affrontate per il titolo che gli iberici hanno vinto battendo gli Azzurrini 4-2. Quattro anni dopo quei novanta minuti – intervallati dall’amichevole giocata il 27 marzo scorso allo stadio Olimpico di Roma e terminata 2-1 per la Spagna – le due nazionali si ritrovano nella semifinale europea in programma domani sera al Cracovia Stadium (ore 21- diretta Rai1).

Nove titoli europei in campo, cinque della giovane Italia e quattro per gli avversari che hanno vinto tutte e tre le gare del girone, realizzando nove reti e subendone solo una, e si presentano da favoriti. Ma gli Azzurrini, quando c’è da stringere i denti e tirare fuori il carattere, hanno dimostrato di saperlo fare molto bene. Come sabato scorso contro la Germania, mentre tutto sembrava perso. Contro i primi della classe c’è aria di impresa e Di Biagio per primo non si tira indietro: “La Spagna – sottolinea il tecnico nella conferenza stampa della vigilia – si deve temere per tutto quello che è, per la bravura tattica e per il palleggio. Ha delle individualità di altissimo livello, temiamo un po’ tutto di loro, ma abbiamo la possibilità di fare un’altra impresa. Non dobbiamo perdere la rabbia agonistica vista con la Germania, solo così possiamo sopperire a qualcosa che ci potrebbe mancare. La condizione fisica del gruppo? Non dobbiamo cercare alibi”.

Con Conti e Berardi squalificati, Di Biagio potrebbe perdere anche Caldara che, sottolinea il tecnico “è in forte dubbio, ha lavorato a parte e domani, nella rifinitura, valuteremo se è il caso di rischiarlo o no, la salute dei ragazzi vale più di tutto”. Accanto al tecnico c’è Gigio Donnarumma, che si è presentato in conferenza stampa “per dimostrare che sono sereno. Pensiamo alla partita di domani, il mio futuro lo vedremo dopo l’Europeo”.

E aggiunge: “Ce la possiamo giocare con tutte, sicuramente quella con la Spagna sarà una sfida difficile, ma siamo pronti a dare il massimo. Cerchiamo di andare fino in fondo. Affronto ogni partita tranquillo e dando il meglio di me, non c’è una gara che affronto in maniera diversa. Anche domani darò il massimo, aiutando la squadra”.

A sostenere l’Italia domani sera ci saranno tutti i vertici federali, con il presidente Tavecchio e il direttore generale Uva in testa. Accanto a loro in tribuna anche il Ministro per lo Sport Luca Lotti.

Ultimi Articoli

Top News

Passerella e goleada per l’Inter, 5-1 alla Samp

8 Maggio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – L’Inter festeggia il 19esimo Scudetto con una goleada per 5-1 sulla Sampdoria nell’anticipo della trentacinquesima giornata di Serie A. Giornata di festa per i nerazzurri accolti dai tifosi nel pre partita e celebrati dalla classica passerella dei blucerchiati all’ingresso in campo. Conte tocca quota 200 panchine in Serie A e cambia sei […]

[…]

Top News

Coronavirus, 10.176 nuovi casi e 224 decessi nelle ultime 24 ore

8 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 10.176 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 10.554) a fronte di 338.436 tamponi effettuati su un totale di 60.871.018 da inizio emergenza. E’ quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute – Istituto Superiore di Sanità di oggi. Nelle ultime 24 ore sono stati 224 i decessi, che […]

[…]

Top News

Pole n.100 per Hamilton, Ferrari in seconda fila con Leclerc

8 Maggio 2021 0
MONTMELO’ (SPAGNA) (ITALPRESS) – Centesima pole position in carriera per Lewis Hamilton. Al Gran Premio di Spagna sarà il pilota britannico della Mercedes a partire dalla prima casella raggiungendo l’incredibile traguardo delle 100 pole. In prima fila anche la Red Bull di Max Verstappen, staccato di appena 36 millesimi, mentre è terza l’altra Mercedes di […]

[…]