Serie B, 19^ giornata: esordio Colantuono a Chiavari, il Palermo cerca la fuga

Tutto pronto per la 19a giornata della Serie B ConTe.it, che inizia venerdi con il match tra Foggia e Venezia e che vedrà la capolista Palermo ricevere una Ternana Unicusano sempre di più regina dei pareggi. Sperano nel passo falso il Parma, impegnato nel derby emiliano-romagnolo, ed il Frosinone, che va a Carpi nel remake della scorsa semifinale playoff. Si prospetta pirotecnica la gara dello Zini tra Cremonese ed Empoli mentre, dopo le due sconfitte consecutive, il Bari vuole rialzarsi contro un Perugia rinvigorito dalla cura Breda. Esordio per Colantuono sulla panchina della Salernitana in casa della Virtus Entella, sfide importante in chiave salvezza per la Pro Vercelli, in casa con lo Spezia, e per l’Ascoli di Cosmi che va al Partenio per affrontare l’Avellino. La giornata si chiude domenica con i posticipi Brescia-Cittadella e Pescara-Novara.
Venerdì 15 dicembre ore 20.30
Foggia-Venezia (Stadio Zaccheria) – La diciannovesima giornata della Serie B ConTe.it si apre allo Zaccheria dove arriva il Venezia di Pippo Inzaghi reduce da 4 partite senza vittoria. Stesso periodo di astinenza dal successo per i rossoneri che però nelle ultime 4 gare hanno racimolato solo 1 punto. Sono 10 i confronti ufficiali a Foggia tra i padroni di casa ed il Venezia: 5 le vittorie rossonere, 4 quelle lagunari, un solo pareggio – datato 7 aprile 1968, 1-1 in Serie B – firmato dalle reti di Traspedini per i pugliesi e Grossi su rigore per gli ospiti.
Probabili formazioni:
Foggia (3-5-2): Tarolli, Coletti, Camporese, Martinelli, Gerbo, Vacca, Agazzi, Angelli, Celli, Beretta, Floriano. All. Stroppa.
Venezia (3-5-2): Audero, Bruscagin, Andelkovic, Cernuto, Zampano, Falzerano, Bentivoglio, Pinato, Del Grosso, Zigoni, Marsura. All. Inzaghi.
Arbitro: Marinelli.
Diffidati: Loiacono (Foggia); Domizzi (Venezia).
Squalificati: Domizzi (Venezia).
Sabato 16 dicembre ore 15
Avellino-Ascoli (Stadio Partenio-Lombardi) – Dopo la vittoria sfumata al fotofinish, Cosmi ci riprova in casa dell’Avellino. Anche in questo l’astinenza da vittoria è condivisa: entrambe non festeggiano infatti dal 24 ottobre scorso. Nei 30 precedenti al “Partenio-Lombardi” tra Avellino ed Ascoli, dove i biancoverdi di casa sono in netto vantaggio (13 vittorie contro 7 marchigiane con 10 pareggi a completare il bilancio), un ricordo su tutti spicca nella storia di queste sfide, quello datato 23 novembre 1980, in Serie A, poche ore prima del devastante terremoto che avrebbe colpito l’Irpinia e la Campania tutta: fu 4-2 per i padroni di casa con autogol di Scorsa, Juary e doppietta di Ugolotti (uno su rigore) per i biancoverdi, Trevisanello e Scanziani per i marchigiani.
Probabili formazioni:
Ascoli (3-4-2-1): Lanni, De Santis, Padella, Gigliotti, Mogos, Addae, Buzzegoli, Cinaglia, Varela, Baldini, Perez. All. Cosmi.
Avellino (4-4-1-1): Radu, Laverone, Kresic, Marchizza, Falasco, Molina, D’Angelo, Di Tacchio, Bidaoui, Castaldo, Asencio. All. Novellino.
Arbitro: Chiffi.
Diffidati: Laverone, Molina (Avellino); Gigliotti, Mogos (Ascoli).
Squalificati: Suagher (Avellino).
Carpi-Frosinone (Stadio Cabassi) – Vincere per provare a tornare in zona playoff è l’obiettivo del Carpi che riceve il Frosinone al Cabassi. Ciociari a 2 punti dalla vetta con l’obiettivo di sfruttare un’eventuale passo falso del Palermo. Sono 4 i precedenti ufficiali tra le due squadre in Emilia: in 3 occasioni la partita è finita 0-0. L’unica volta che una squadra ha vinto sull’altra è stato nella Serie A 2015/16, 2-1 per i padroni di casa con le reti di Bianco al 27’, pareggio provvisorio di Dionisi al 71’ e gol determinante di De Guzman al 90’.
Probabili formazioni:
Carpi (4-4-2): Colombi, Vitturini, Ligi, Poli, Pachonik, Saric, Verna, Sabbione, Jelenic, Mbakogu, Malcore. All. Calabro.
Frosinone (3-4-1-2): Bardi, Terranova, Ariaudo, Brighenti, Ciofani, Maiello, Gori, Beghetto, Ciano, Dionisi, Ciofani. All. Longo.
Arbitro: Abbattista.
Diffidati: Poli (Carpi); Ciofani M. (Frosinone).
Squalificati: Pasciuti (Carpi).
Cremonese-Empoli (Stadio Zini) – Uno dei big match di giornata, vista la classifica attuale, va in scena allo Zini dove la sorprendente Cremonese ospita l’Empoli imbattuto in campionato da 4 turni, proprio come i lombardi. Cremonese-Empoli torna allo “Zini” in match ufficiali dopo 20 anni: l’ultima sfida risale al 15 giugno 1997, ultima di campionato con successo toscano per 1-0, grazie alla rete decisiva di Carmine Esposito al 14’, una vittoria che valse il ritorno in Serie A – dopo 9 anni – dei toscani allenati da Luciano Spalletti, che aveva vinto l’anno prima la Serie C-1 e la Coppa Italia di categoria.
Probabili formazioni:
Cremonese (4-3-1-2): Ujkani, Almici, Claiton, Canini, Renzetti, Arini, Pesce, Croce, Piccolo, Brighenti, Scappini. All. Tesser.
Empoli (3-5-2): Provedel, Veseli, Romagnoli, Simic, Di Lorenzo, Bennacer, Lollo, Krunic, Pasqual, Donnarumma, Caputo. All. Vivarini.
Arbitro: Pezzuto.
Diffidati: Arini (Cremonese); Krunic (Empoli).
Squalificati:
Palermo-Ternana Unicusano (Stadio Barbera) – Non vince in casa dal 28 ottobre scorso il Palermo che riceve una Ternana Unicusano reduce da ben 7 pareggi consecutivi. Gli umbri hanno vinto a Palermo 2 sole volte nella storia, su 20 confronti ufficiali, sempre per 1-0, nella Coppa Italia 1974/75 ed il 12 ottobre 1997, in C-1, con gol determinante di Rizzolo. Era la Ternana allenata da Gigi Delneri. Nei 4 confronti successivi al “Barbera” ha sempre vinto la formazione di casa. Ancora più remoto l’ultimo pareggio, 1-1 in C-1 il 3 marzo 1985.
Probabili formazioni:
Palermo (3-5-2): Posavec, Cionek, Struna, Bellusci, Rispoli, Dawidowicz, Gnahorè, Coronado, Alesaami, La Gumina, Trajkovski. All. Tedino.
Ternana Unicusano (4-3-1-2): Plizzari, Valjent, Gasparetto, Signorini, Favalli, Tremolada, Defendi, Paolucci,Carretta, Montalto, Albadoro. All. Pocheschi.
Arbitro: Martinelli.
Diffidati: Carretta, Gasparetto (Ternana Unicusano).
Squalificati:
Parma-Cesena (Stadio Tardini) – Al Tardini va in scena uno dei derby dell’Emilia Romagna con il Parma all’inseguimento del Palermo ed il Cesena che piano piano sta risalendo la classifica. Nei 13 precedenti ufficiali del derby emiliano-romagnolo al “Tardini” il Cesena ha vinto due volte: 1-0 nella Serie B 1986/87 e 2-1 nella Serie A 2014/15. Nei restanti 11 confronti si contano 5 successi crociati e 6 pareggi. Nei 4 precedenti cadetti a Parma, padroni di casa mai vittoriosi: 3 pareggi ed 1 vittoria romagnola, lo score.
Probabili formazioni:
Parma (4-3-3): Frattali, Mazzocchi, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo, Scavone, Dezi, Scozzarella, Insigne, Baraye, Di Gaudio. All. D’Aversa.
Cesena (4-3-3): Fulignati, Donkor, Esposito, Scognamiglio, Fazzi, Vita, Kone, Laribi, Dalmonte, Moncini, Jallow. All. Castori.
Arbitro: Di Martino.
Diffidati: Cascione (Cesena).
Squalificati: Kupisz (Cesena).
Perugia-Bari (Stadio Curi) – Cerca di rialzarsi dopo le due sconfitte consecutive il Bari di Fabio Grosso, che va a far visita ad un Perugia tornato a 4 punti dalla zona playoff ed imbattuto da 4 gare. Bilancio favorevole per i pugliesi in Umbria: nei 24 precedenti ufficiali i galletti hanno vinto 8 volte, contro le 6 dei padroni di casa. Segno dominante, in assoluto, al “Curi” resta il pareggio, uscito 10 volte. I biancorossi di casa non vincono dal 4-1 di Coppa Italia 2012/13 (dopo supplementari), in campionato addirittura dalla A 2000/01 (sempre per 4-1). Il Perugia non ha segnato negli ultimi due confronti interni contro i pugliesi (0-0 nella B 2015/16, 1-0 ospite nella B 2016/17); l’ultima rete umbra porta la firma di Giacomazzi al 70’ della gara finita per 1-1 il 24 gennaio 2015. “Indimenticabile”, tra le 24 gare disputate in terra umbra, quella del 6 novembre 1999 in Serie A, con il Bari che vinse 2-1 grazie alle reti di Daniel Andersson al 43’ e Masinga al 59’ per i pugliesi, Ba al 75’ per gli umbri.
Probabili formazioni:
Perugia (4-4-2): Rosati, Del Prete, Dossena, Monaco, Pajac, Buonaiuto, Brighi, Colombatto, Bandinelli, Di Carmine, Cerri. All. Breda.
Bari (3-4-3): Micai, Tonucci, Marrone, Cassani, Fiamozzi, Tello, Petriccione, Busellato, Galano, Nenè, Improta. All. Grosso.
Arbitro: Di Paolo.
Diffidati: Improta, Tello (Bari).
Squalificati:
Pro Vercelli-Spezia (Stadio Piola) – Cerca la prima vittoria fuori casa lo Spezia che in questo turno va al Piola per sfidare una Pro Vercelli in piena bagarre salvezza. Nei 17 precedenti ufficiali tra piemontesi e liguri netto predominio dei padroni di casa con 12 vittorie contro le 4 ospiti; un solo pareggio, 1-1 nella serie C-2 1999/00. Lo Spezia ha vinto gli ultimi due confronti al “Piola”, 1-0 nella B 2015/16 e 2-0 l’anno scorso. L’ultima rete dei bianchi piemontesi risale all’1-0 dell’11 ottobre 2014 in B, rete di Marchi su rigore al 72’, con un digiuno che – dunque – ammonta a 198’.
Probabili formazioni:
Pro Vercelli (4-3-3): Marcone, Ghiglione, Bergamelli, Legati, Mammarella, Altobelli, Vives, Castiglia, Firenze, Raicevic, Bifulco. All. Grassadonia.
Spezia (3-5-2): Bassi, De Col, Terzi, Giani, Maggiore, Bolzoni, Pessina, Mastinu, Lopez, Gilardino, Granoche. All. Gallo.
Arbitro: Minelli.
Diffidati: Bergamelli, Konate (Pro Vercelli); Lopez, Maggiore (Spezia).
Squalificati:
Virtus Entella-Salernitana (Stadio Comunale) – Esordio sulla panchina della Salernitana per Colantuono che va a Chiavari per affrontare la Virtus Entella, ancora imbattuta col nuovo corso Aglietti. Sono 2 i confronti ufficiali in Liguria fra Virtus Entella e Salernitana, riferiti agli ultimi due campionati cadetti: è sempre finita 1-0, con in bilancio un successo per parte. La vittoria biancoceleste, nel 2015/16, è stata firmata da Costa Ferreira, quella granata – l’anno scorso – da Coda.
Probabili formazioni:
Virtus Entella (4-3-3): Iacobucci, Belli, Benedetti, Pellizzer, Brivio, Eramo, Troiano, Crimi, Diaw, La Mantia, De Luca. All. Aglietti.
Salernitana (4-4-2): Adamonis, Pucino, Schiavi, Bernardini, Vitale, Di Roberto, Minala, Ricci, Sprocati, Rossi, Rodriguez. All. Colantuono.
Arbitro: Piscopo.
Diffidati: Crimi, De Luca (Virtus Entella); Minala, Ricci (Salernitana).
Squalificati:
Domenica 17 dicembre ore 15
Brescia-Cittadella (Stadio Rigamonti) – Il gol di Laverone in pieno recupero ha privato il Cittadella della 4a vittoria consecutiva. I veneti quindi si presentano al Rigamonti con la voglia di riscattarsi ma di contro ci sarà una formazione, quella lombarda, ancora invischiata in una zona pericolosa della graduatoria. Sono 8 i precedenti ufficiali a Brescia tra i padroni di casa ed il Cittadella, di cui 6 giocati in regular season di B, 1 in Coppa Italia ed 1 nei play-off cadetti. I granata hanno vinto una sola volta, 1-0 nel playoff cadetto del 6 giugno 2010, con rete determinante di Curiale al 90’.
Probabili formazioni:
Brescia (3-4-1-2): Minelli, Lancini, Coppolaro, Somma, Cancellotti, Martinelli, Machin, Furlan, Bisoli, Torregrossa, Caracciolo. All. Marino.
Cittadella (4-3-1-2): Alfonso, Salvi, Varnier, Scaglia, Benedetti, Bartolomei, Iori, Pasa, Schenetti, Arrighini, Kouame. All. Venturato.
Arbitro: Ros.
Diffidati: Lancini E., Martinelli, Somma (Brescia); Iori, Schenetti (Cittadella).
Squalificati: Gastaldello, Meccariello (Brescia).
ore 17.30
Pescara-Novara (Stadio Adriatico-Cornacchia) – Il 19° turno della Serie B ConTe.it si chiude con Pescara-Novara. Abruzzesi che cercano una vittoria che manca da quasi un mese per evitare di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere. Novara in serie positiva da 3 turni e reduce dal pari in extremis con la Cremonese. Il bilancio dei 9 precedenti ufficiali in Abruzzo tra le due squadre è di 5 successi per i padroni di casa, 3 per gli ospiti ed 1 solo pareggio (0-0 nella Serie B 2013/14). Il Pescara non batte in casa i piemontesi – a livello di regular season – dal 12 dicembre 1976, 1-0 in B con gol determinante di La Rosa al 12’. Il Pescara ha vinto 4-2 l’ultima sfida casalinga, ma si trattava dei playoff per la promozione in serie A. In pratica nelle ultime due stagioni in cui gli abruzzesi hanno sconfitto al “Cornacchia” il Novara, sono sempre saliti nella massima divisione.
Probabili formazioni:
Pescara (4-3-3): Fiorillo, Zampano, Fornasier, Perrotta, Mazzotta, Coulibaly, Carraro, Brugman, Mancuso, Pettinari, Benali. All. Zeman.
Novara (3-5-2): Montipò, Golubovic, Del Fabro, Troest, Moscati, Casarini, Orlando, Sciaudone, Di Mariano, Maniero, Da Cruz. All. Corini.
Arbitro:
Diffidati: Coulibaly, Perrotta (Pescara); Casarini, Da Cruz (Novara).
Squalificati: Valzania (Pescara); Mantovani (Novara).

Ultimi Articoli

Attualità

Basta, Ato Rifiuti ha deciso: il biodigestore si realizzerà a Chianche

14 Luglio 2020 0

Il Consiglio d’Ambito dell’Ato rifiuti – sulla scorta della relazionepredisposta dalla Commissione tecnico scientifica appositamentenominata – individua il sito di Chianche quale soluzione migliore e piùfunzionale per l’allocazione di un impianto per il trattamento dellafrazione […]