Rastelli: “Questi ragazzi sanno soffrire, possiamo crescere”

AVELLINO CALCIO – E’ contento Massimo Rastelli per la prima vittoria interna del suo Avellino, il trainer biancoverde accoglie con soddisfazione un successo che permette ai suoi ragazzi di raggiungere la vetta: “Era importante dare continuità alla vittoria di Benevento e finalmente conquistare i primi tre punti in casa. Non è stato facile contro una squadra ostica che ci ha pressato dal primo al 95’. I ragazzi sono stati bravi ad interpretare la gara, soffrendo quando c’era da farlo. Dobbiamo essere maggiormente cinici. Non riusciamo ad avere ancora la tranquillità per gestire meglio alcune fasi della partita”. Sui cambi: “Naturalmente ho cercato di valutare bene la posizione di alcuni uomini, quelli che erano più in difficoltà erano gli esterni. Bariti poteva essere servito meglio sulla corsa. Con l’inserimento di Millesi abbiamo cercato più equilibrio”. Non pensa che sia un Avellino Castaldo dipendente: “Castaldo è un giocatore straordinario in Prima Divisione, sprecato per la categoria. Non lo sto certamente scoprendo io adesso. Non penso che questa squadra sia Castaldo dipendente, ho visto un ottimo lavoro di De Angelis. Dobbiamo crescere in personalità”. Sul primato: “Sappiamo che è stato allestito un organico per cercare di centrare un determinato obiettivo, mi auguravo di essere così in alto. Finora abbiamo trovato risultato continuità di risultati e prestazioni, dobbiamo migliorare, ma sono certo che faremo bene. Ho una squadra solida che esprime a tratti un buon calcio, sono certo però che possiamo fare di più”.

Ultimi Articoli