Rastelli: “Massima concentrazione. I tifosi la nostra arma in più”

AVELLINO CALCIO – Massimo Rastelli mantiene l’equilibrio, il tecnico biancoverde invita a pensare solo alla gara contro il Vicenza e non al doppio turno casalingo. “La più importante è sempre la prossima. Domani è una gara fondamentale per noi. Dopo una grande vittoria in quel di Modena dobbiamo essere bravi ad azzerare tutto. Affrontiamo una buona squadra che ha cambiato allenatore. Una formazione che ha buona qualità dal centrocampo in su. Non è una partita facile”. Sul Vicenza prosegu…

AVELLINO CALCIO – Massimo Rastelli mantiene l’equilibrio, il tecnico biancoverde invita a pensare solo alla gara contro il Vicenza e non al doppio turno casalingo. “La più importante è sempre la prossima. Domani è una gara fondamentale per noi. Dopo una grande vittoria in quel di Modena dobbiamo essere bravi ad azzerare tutto. Affrontiamo una buona squadra che ha cambiato allenatore. Una formazione che ha buona qualità dal centrocampo in su. Non è una partita facile”. Sul Vicenza prosegue ancora: “Dobbiamo volare basso, non dobbiamo pensare di affrontare una squadra facile. Una formazione organizzata che ha ritrovato entusiasmo. Abbiamo lavorato sotto l’aspetto tecnico tattico e mentale. E’ una gara per noi importante, bisogna continuare il trend positivo. E’ una partita aperta ad ogni risultato. Nulla è scontato”. Marcature preventive su Castaldo: “Mi aspetto traffico d’appertutto. Le zone saranno molto ingolfate. Dovremo essere bravi a fare ciò che abbiamo preparato. Ho ritrovato Bittante e Chiosa solo ieri, da questo punto di vista non è stato facile poter lavorare come sempre. Ho dovuto aspettare il ritorno di altri due difensori”. Avellino maturo sulle palle da fermo: “Nei due gol contro la Pro Vercelli di Moretti penso sia stato merito balistico solo del calciatore. Dobbiamo essere attenti sui corner e sulle altre situazioni. Bravi a concedere poco agli avversari”. Su Chiosa e Bittante: “Marco ieri ha fatto solo un poco di corsa. Non ha forzato troppo. Parlerò con loro per decidere. Domani mattina come sempre sceglierò l’undici migliore”. Tutti titolari: “Le verifiche sul campo mi hanno dato molta convinzione. Nonostante non avessimo avuto Fabbro, D’Angelo e Schiavon fuori, abbiamo dimostrato di avere tanti giocatori importanti. E’ bello l’affiatamento tra i tifosi e la squadra. In questi mesi si è cresciuti tanto insieme”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]