Novellino: “Potremmo giocare con le due punte. Morosini sta crescendo”

E’ un Walter Novellino sereno quelo che presenta la gara di domani contro la Cremonese dell’ex Attilio Tesser:“Affrontiamo una squadra di tutto rispetto. Rinforzata con dei giocatori di valore. Andiamo li per giocarcela. Siamo partiti bene, ma il cammino è lungo. Questa è una tappa importante per noi, che ci permetterà di verificare meglio il nostro lavoro. Siamo consapevoli che affronteremo una grande squadra costruita per traguardi importanti. Stiamo esprimendo un ottimo calcio. Io sono convinto che mentalmente stiamo bene. Dobbiamo andare li e cercare di ottenere il risultato”. Sulle condizioni di D’Angelo: “L’essere umano non è una macchina. Angelo non sta bene e dovremo cambiare qualcosa. Spero stia bene con il Foggia”. La sfida con Tesser: “Vado a trovare un amico. Abbiamo giocato insieme sia a Perugia che a Catania. C’è differenza nel nostro gioco, sono due filosofie diverse. Non vedo l’ora di giocare questa gara. Sono convinto che possiamo giocare anche con due punte”. Mercato chiuso: “Penso che Enzo De Vito e Massimiliano Taccone hanno lavorato bene. Devo fare i complimenti alla società. Il voto però lo do alla fine. Questo campioanto è difficile, Empoli, Palermo, Pescara, Frosinone, sono tutte squadre attrezzate”. Su Morosini: “Sta lavorando, non è ancora però al top della condizione. Sono convinto che può dare tanto. Lui è un giocatore che salta l’uomo, sono convinto che lo porterò ai massimi livelli”. Sulle scelte offensive:Sia Morosini che Castaldo stanno bene. Di sicuro non sono un difensivista e manderò in campo chi mi assicurerà più spinta. Non dimentichiamo Asencio, anche lui sta crescendo”. Su Gavazzi: “A me lui piace tantissimo come calciatore. Ha bisogno di altri 15 giorni e poi potrà rientrare in gruppo

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]